Brand loyalty, "fedelissimi" gli utenti di Apple

GFK

Secondo un'analisi di Gfk l'84% di chi ha un iPhone ne comprerà un altro quando cambierà telefono. La guerra sul mercato mobile si combatte sul terreno della customer loyalty e la Mela ha la strategia vincente

di Patrizia Licata
Chi sceglie un prodotto Apple lo fa con convinzione e con una forte perceazione del marchio. Questo si traduce in una fedeltà che supera quella che i consumatori mostrano per altri brand del mercato mobile, come rivela il nuovo studio della società di ricerche GfK: circa l’84% degli utenti di iPhone sceglierà nuovamente un device Apple quando cambierà telefono, contro il 60% di utenti di smartphone Android che si è dichiarato intenzionato a sostituire in futuro il proprio telefono con un altro cellulare con il sistema operativo di Google. Ancora meno fedeli gli utenti di Rim: solo il 48% di chi oggi ha un Blackberry pensa di ricomprarlo.

Ryan Garner, analista di GfK, osserva che la corsa delle aziende mobili a costruirsi solide posizioni sul mercato è cruciale per il successo dei brand nel futuro, visto che in media il 63% dei consumatori tende a restare fedele al marchio di telefono che ha, abbassando le probabilità che avvengano rivoluzionari cambiamenti sul mercato.

Ma certo questo non vuol dire che Apple deterrà la leadership assoluta per sempre: Garner sottolinea come la rapida ascesa di Android, ormai l’Os più diffuso, e la rinnovata spinta di Microsoft Windows, indichino che anche i concorrenti della Mela hanno buone opportunità.

"Apple è chiaramente un passo avanti a tutti, ma le novità cui assisteremo il prossimo anno potrebbero mettere in forse il suo predominio”, afferma Garner.

GfK ha intervistato circa 4.500 persone in Gran Bretagna, Francia, Germania, Italia, Spagna, Brasile, Cina, Usa e Giappone. Più del 70% dei consumatori afferma di essere propenso a usare sempre lo stesso tipo di telefono per non dover incorrere in problemi di integrazione di funzionaità e accesso ai contenuti. “Perciò la possibilità per i grandi marchi di sottrarre clienti ai rivali è limitata e il vantaggio competitivo sarà di coloro che sapranno creare l’esperienza utente più armoniosa e fidelizzare il cliente”, conclude GfK.

25 Novembre 2011