In Italia due caselle e-mail per internauta

RAPPORTO CONTACTLAB

Rapporto ContactLab: 63 milioni gli account attivi per un totale di 700 milioni di messaggi al giorno. Spopolano le newsletter. Le donne più "attive" degli uomini. E nel Belpaese un utente su tre legge la posta via smartphone o tablet

di Mila Fiordalisi
Oltre due caselle e-mail a testa, per un totale di 63 milioni di account attivi. In Italia cresce l'uso della posta elettronica e ammontano a 700 milioni i messaggi ricevuti quotidianamente. Questa la fotografia scattata da ContactLab nella terza edizione dell'European Email Marketing Consumer Report 2011.

La maggior parte delle e-mail sono newsletter e gli italiani consultano la posta sempre più attraverso smartphone e tablet.

Dal corposo rapporto, che analizza le abitudini degli utenti di posta elettronica e newsletter non solo italiani ma anche francesi, spagnoli, tedeschi e britannici, emerge che l'internauta medio non può fare a meno delle e-mail. E fra le novità degne di nota si segnala l'esplosione dei gruppi di acquisto online: Groupon la fa da padrone e secondo i dati del rapporto la metà degli internauti è iscritta a questa tipologia di servizi e uno su quattro ha effettuato acquisti.

Complessivamente nei cinque Paesi oggetto dell'indagine il volume di e-mail recapitate quotidianamente su 360 milioni di caselle di posta supera i 5 miliardi. La metà degli utenti dichiara di essere iscritta a oltre cinque newsletter su temi che spaziano dai viaggi (al primo posto, 38%) al benessere o alle offerte di lavoro (entrambe al secondo posto con il 32%).

Gli italiani, insieme con i britannici, sono i più "mobili": se nei Paesi di riferimento un internauta su cinque consulta abitualmente la posta elettronica tramite dispositivi mobili, in Italia il rapporto sale a uno su tre. In Italia inoltre sono le donne a guidare la classifica delle email ricevute.

30 Novembre 2011