TomTom taglia il 10% della forza lavoro

LA CRISI

La società dà il via alla ristrutturazione che determinerà risparmi per 50 milioni di euro l'anno. Prevista anche una riorganizzazione della attività R&S

di F.Me.
TomTom taglia 457 posti di lavoro con l’obiettivo di risparmiare 50 milioni di euro l’anno; di questi 457, 255 saranno licenziamenti. I tagli rappresentano il 10% della forza lavoro globale della società olandese.

TomTom, che sta cercando di compensare il crollo delle vendite di dispositivi, riorganizzerà anche le sue attività di R&S in 10 unità di prodotto per migliorare il ritorno sugli investimenti e aumentare il controllo delle vendite in base al feedback dei clienti. Per ottenere risparmi annuali pari a 50 milioni di euro, TomTom avrà costi si 14 milioni di euro nel quarto trimestre, principalmente legati ai tagli di posti di lavoro.

Nel 2012 i costi operativi della compagnia dovrebbe ridursi di circa 30 milioni; le spese in conto capitale sono previste in calo di circa 15 milioni di euro, rispetto agli 80 milioni di euro del 2011.

09 Dicembre 2011