Banda larga, la Sardegna punta al potenziamento nei distretti industriali

DIGITAL DIVIDE

Le Regione partecipa al quarto bando di gara per la realizzazione di reti in fibra e broadband indetto dal ministero dello Sviluppo economico. L'assessore Zedda: "Priorità al distretto del sughero di Tempio Pausania"

di F.Me.

La Regione Sardegna partecipa al quarto bando di gara per la progettazione e la realizzazione di infrastrutture in fibra ottica per la rete a banda larga, indetto dal Ministero dello Sviluppo Economico, e pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 29 dicembre scorso. Lo rende noto l'assessore dell'Industria, Alessandra Zedda. "La Sardegna - precisa, in una nota - fa parte del terzo lotto del bando, insieme al Lazio, alle Marche e alla Toscana per un importo complessivo di euro 15.939.421".

"L'assessorato dell'Industria - aggiunge Zedda - ha sottoscritto una convenzione con il Mise per lo sviluppo della banda larga nei distretti industriali, mettendo a bando la somma di 3.380.300 euro".
Tali risorse, spiega l'assessore, "saranno orientate al potenziamento del servizio di connettività per eliminare, o quantomeno ridurre il divario digitale, soprattutto nelle aree a forte concentrazione di imprese, e prioritariamente nel distretto del Sughero a Calangianus-Tempio Pausania, e di seguito, sulla base della valutazione economica dei costi e delle risorse disponibili, nei distretti del Lapideo nelle province dell'Ogliastra, Nuoro e Olbia-Temp io, e in quelli della Moda e del Tessile nei territori dell'Ogliastra, Oristano e Nuoro".

©RIPRODUZIONE RISERVATA 18 Gennaio 2012

TAG: BANDA LARGA, SARDEGNA

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store