Missione smart grid per Telecom Italia, Enel ed Engineering

IL CONSORZIO

Le aziende aderiscono all'iniziativa Finseny per la relizzazione di reti intelligenti dedicate al settore energetico

di F.Me.

Facilitare la realizzazione di smart grid per l'energia. E’ questo l’obbiettivo del consorzio Finseny a cui collaboreranno attivamente società Ict del calibro di Engineering Ingegneria Informatica, Telecom Italia ed Enel Green Power. Finseny (Future INternet for Smart ENergY), costituiti da player dell’Ict, centri di ricerca e università europei è parte dell’iniziativa Future Internet Public Private Partnership (FI-PPP) co-finanziata dalla Commissione Europea. Le attività di ricerca delconsorzio identificheranno i requisiti Ict per le smart grid, sviluppando poi l’architettura diriferimento e contribuendo contestualmente allo sviluppo di standard industriali. Questi sono glielementi che aiuteranno a garantire un’adozione diffusa delle soluzioni per le smart grid in Europa e oltre.

L’integrazione dell’Ict nell’infrastruttura di distribuzione permette di far fronte in tempo reale ed in modo efficiente alla volatilità del carico delle rete e dell’energia generata attraverso l’utilizzo di sistemi di comunicazione wireless e ottici. La rete intelligente del futuro supporterà ad esempio la ricarica dei veicoli elettrici utilizzando energia generata da fonti rinnovabili e offrirà sistemi per la gestione del risparmio energetico per edifici domestici e commerciali.

Il mutamento delle condizioni climatiche e le limitate risorse di combustibile fossile spingono al bisogno di un sistema energetico intelligente, in grado di gestire in modo efficiente tanto le sorgenti di energia tradizionali quanto le fonti di energia rinnovabili, oltre ad accogliere nuovi modi di utilizzare l’energia come per i veicoli elettrici.

In Italia negli ultimi anni si sta registrando un notevole incremento del ricorso alla generazione distribuita; il fotovoltaico in particolare sta superando la fase di nicchia, per affermarsi come una realtà crescente, che ha già superato la rilevante quota di 11 GW complessivi di potenza installata, a fronte di oltre 250.000 piccoli impianti. Da questo importante fenomeno, scaturisce la necessità di un sistema elettrico equilibrato, in grado di gestire e favorire l’autoconsumo attraverso sistemi di smart-home e smart-building dell’energia prodotta rispetto all’immissione in rete di sempre più importanti quote di energia “green”. Si è creata conseguentemente una convergenza di interessi scientifici, industriali e politici su come le tecnologie Ict possano abilitare un processo di trasformazione strutturale di ogni fase del ciclo energetico, dalla generazione fino all’accumulo, al trasporto, alla distribuzione, alla vendita e, soprattutto, al consumo intelligente di energia. In questo contesto, , ciascuna per le proprie competenze, stanno sinergicamente contribuendo alle attività in essere nel consorzio Finseny con risultati apprezzati e condivisi dai partner europei.

Le vie da perseguire sono le cosiddette smart grid, che consentono la fornitura di servizi affidabili per l’energia elettrica e garantiscono l'equilibrio permanente tra la generazione di energia e la domanda attraverso l'integrazione di sistemi avanzati di informazione e comunicazione (Ict) nel sistema energetico.

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA 24 Gennaio 2012

TAG: smart grid, telecom, enel, engineering

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store