Telefonica, crollano i profitti ma Alierta spera nel 2012

BILANCIO 2011

La telco spagnola archivia l'anno con utili netti dimezzati a 5,5 miliardi di euro. Livelli record per la generazione di cassa (+9,5%). Il presidente: "La politica di remunerazione per gli azionisti resta sostenibile"

di F.Me.

Telefonica chiude il 2011 con ricavi in crescita del 3,5% a 62,8 miliardi ma un margine operativo lordo in calo del 21,6% a 20,21 miliardi, un utile operativo di 10 miliardi (-38,9%) e un utile netto dimezzato a 5,5 miliardi (-46%). Livelli record invece per la generazione di cassa che ha raggiunto i 9.270 milioni di euro (+9,5%). Per il 2012 il gruppo guidato da Cesar Alierta conferma gli obiettivi di remunerazione degli azionisti di 1,50 euro per azione, incluso il pagamento di un dividendo in contanti di 1,30 euro per azione e un riacquisto di azioni per l'importo restante.

“Il 2011 è stato un anno chiave nel processo di trasformazione di Telefonica - commenta Alierta in una nota - In un ambiente difficile, la diversificazione e la nostra flessibilità ci ha permesso di ottenere risultati solidi, in linea con gli obiettivi ha annunciato, e una generazione Fcf record. Tutto questo è stato compatibile con investimenti che superano i 10,2 miliardi di euro nel 2011”.

“Ci troviamo ad affrontare il 2012 con molta fiducia” ha aggiunto, sottolineando la “politica di remunerazione degli azionisti sostenibile e molto attraente”.

©RIPRODUZIONE RISERVATA 24 Febbraio 2012

TAG: telefonica, bilancio, cesar alierta

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store