Nfc, accordo strategico fra TI e il Polo Scs

INNOVAZIONE

Si punta allo sviluppo di soluzioni innovative sim-based per i pagamenti elettronici e la messa a punto di programmi di fidelizzazione di nuova generazione. Fra i target in pole position c'è il settore dei trasporti

di F.Me.

Telecom Italia scommette sull’Nfc Sim based. La società ha formato un accordo strategico con il Polo Scs (Secured Communicating Solutions), per lo sviluppo di soluzioni innovative basate sulla versione della tecnologia Nera Field Communication che utilizza le funzionalità e la sicurezza offerte dalle card inserite nei telefonini. Nel novembre 2011, infatti, i principali operatori mondiali di telefonia mobile hanno sottoscritto un protocollo d’intesa per lo sviluppo e l’implementazione di soluzioni e servizi.

L’ iniziativa si inserisce in uno scenario più ampio in cui Telecom Italia è impegnata a creare un ecosistema di sviluppo e diffusione dei servizi che sfruttano l’Nfc. In quest’ottica rientrano le varie iniziative volte a rendere Milano la prima Nfc Connected City italiana, pronta ad ospitare, nell’ottobre 2012 il Mobile Nfc Summit della Gsma e nel 2015 l’Expo Milano.

Sfruttando i casi di successo e l’esperienza delle aziende francesi nelle città di Nizza, Sophia Antipolis e Rousset, Aix en Provence, l’accordo con il Polo Scs aumenterà la capacità di Telecom Italia di portare questa nuova tecnologia al servizio di importanti settori come ad esempio i trasporti, i pagamenti elettronici, i programmi di fidelizzazione.

“Questo accordo è un nuovo importante tassello nella strategia globale Nfc di Telecom Italia. Crediamo fermamente che il coinvolgimento di tutti gli attori dell’ecosistema Nfc  Sim Based, tra cui i Solution Provider, gli sviluppatori di applicazioni, le case costruttrici e soprattutto gli operatori mobili, sarà la chiave per uno sviluppo interoperabile e sicuro di questo mercato in rapida crescita - spiega Marco Patuano, ad di Telecom Italia - Attraverso questa partnership nasceranno soluzioni innovative per tutti i nostri clienti, dai singoli cittadini alle grandi aziende alla pubblica amministrazione”.

 “Questa partnership con un operatore leader mondiale come Telecom Italia - commenta Laurent Londeis, presidente del Polo Scs - costituisce una leva forte che consentirà alle numerose aziende innovative del Pole Scs di introdurre sul mercato soluzioni e prodotti basati sulla tecnologia Nfc”.

Il Polo, che raggruppa importanti società dell’Ict nel sud della Francia, è riconosciuto a livello mondiale come polo tecnologico per lo sviluppo di prodotti e soluzioni contactless, in ambito mobile e nel campo delle applicazioni di sicurezza e di prossimità.

Il contributo del governo francese è stato determinante per rendere il Polo un caso di successo all’interno della propria agenda per l’innovazione e lo sviluppo economico.

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA 27 Febbraio 2012

TAG: telecom, near field communcation, marco patuano

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store