Digital divide, Provincia di Bologna: "Il governo prema su Telecom"

BANDA LARGA

Il Consiglio approva un odg con cui chiede alla Regione Emilia-Romagna di spingere sull'esecutivo affinché l'operatore programmi investimenti per realizzare infrastrutture utili a portare la banda larga nelle aree non raggiunte e a fornire un servizio di Adsl efficiente in tempi brevi

di F.Me.

"Premere su Telecom Italia affinchè programmi un piano di investimento finalizzato alla realizzazione di nuove infrastrutture di rete, utili a portare la banda larga nelle aree vicine alle città finora non raggiunte e comunque fornire un servizio di Adsl efficiente in tempi brevi". E' la richiesta che il Consiglio provinciale di Bologna invia, attraverso un ordine del giorno approvato oggi, alla Regione Emilia-Romagna. L'odg, presentato dal Pd, Fds, Udc, Fli, Pdl e gruppo misto, è stato approvato all'unanimità.

Il documento chiede inoltre, sempre alla Giunta regionale, di "sollecitare le varie società attive sul territorio affinché procedano al potenziamento degli impianti di connessione wireless, per integrare in modo efficiente la rete fissa". Alla Giunta provinciale, invece, il Consiglio di Palazzo Malvezzi chiede di "farsi promotrice per sostenere la diffusione della banda larga preferibilmente su rete fissa nel territorio provinciale". Un invito, infine, è rivolto anche al Governo per "attivare concretamente una politica per la realizzazione di un Piano telematico diffuso su tutto il Paese - recita l'odg - e di perseguire l'obiettivo di completare in tempi brevi la copertura del servizio di Adsl in tutto il territorio".

©RIPRODUZIONE RISERVATA 12 Marzo 2012

TAG: bologna, emilia romagna, adsl, digital divide, telecom italia

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store