Cdm: privacy online, operatori "responsabili"

LA DIRETTIVA UE

Il Consiglio del ministri dà il via libera all'esame preliminare del decreto legislativo di attuazione della direttiva europea: "Le informazioni vanno sempre tenute al sicuro"

di F.Me.

Via libera dal Consiglio dei ministri all'esame preliminare del decreto legislativo di attuazione della direttiva europea in tema di servizio universale e diritti degli utenti in materia di reti e servizi di comunicazione elettronica; della direttiva europea sul trattamento dei dati personali e tutela della privacy nel settore delle comunicazioni elettroniche; del regolamento comunitario sulla cooperazione tra le Autorità nazionali responsabili dell'esecuzione della normativa a tutela dei consumatori.

"La legge comunitaria 2010 - spiega il governo - ha delegato il Governo ad adottare i decreti legislativi in tema di comunicazioni elettroniche e protezione dei dati personali. Il decreto recepisce la normativa comunitaria in materia, mirando a rafforzare la tutela dei consumatori contro le violazioni dei dati personali e lo spam. Nomi, indirizzi e-mail e informazioni bancarie dei clienti dei fornitori di servizi di telecomunicazione e di accesso ad Internet e, in particolare, i dati su ogni telefonata e sessione in rete devono essere tenuti al sicuro da un uso indesiderato, accidentale o fraudolento. La responsabilità, in tutti questi casi, è degli operatori".

Le nuove norme introducono, spiega Palazzo Chigi, "per la prima volta in Europa, le notifiche obbligatorie per le violazioni dei dati personali. Ciò significa che i fornitori di comunicazioni saranno obbligati a informare le autorità e i loro clienti delle violazioni della sicurezza che lede i loro dati personali".

©RIPRODUZIONE RISERVATA 06 Aprile 2012

TAG: privacy, dati, direttiva, europea, consiglio ministri

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store