Sim Telecom, chiuse le indagini. L'ex ad Ruggero verso il rinvio a giudizio

L'INCHIESTA

Nel mirino della procura di Milano anche l'allora direttore operativo di Tim, Massimo Castelli, e Luca Luciani, all'epoca a capo del marketing e ora alla guida di Tim Brasil. L'accusa: schede telefoniche "fasulle" per gonfiare il market share

di F.Me.

Chiuse le indagini sulle sim Telecom . Lo scrive La Repubblica, precisando che “il procuratore aggiunto Alfredo Robledo ha mandato l’avviso di conclusione indagini all’ex amministratore delegato di Telecom Italia Riccardo Ruggiero, al direttore operativo di Tim Massimo Castelli e al responsabile marketing Luca Luciani perché tra loro avrebbero organizzato un artificio tecnico-contabile per ‘incrementare fittiziamente il volume della clientela tramite una procedura consistita nel mantenere attive schede sim di immediata e prossima scadenza (in realtà da disattivare in virtù della decorrenza dei tredici mesi dall’ultima ricarica di ciascuna di esse)’".

 I tre manager sono inoltre sospettati di aver comunicato "questi dati dolosamente alterati” all’Agcom alterati con l’obiettivo di modificare “la customer base e conseguentemente la market share di Telecom Italia spa".

L’operazione – puntualizza il quotidiano .  avrebbe riguardato223mila sim per il 2007 con un incremento dei clienti dello 0,7%; di 2,7 milioni di schede nel 2008 con l’aumento dei clienti dell’8,16% e della market share dell’1,8%: di 2,3 milioni di schede nel 2009 con l’aumento dei clienti del 7,2% e della market share dell’1,6%. Infine è stata chiamata in causa anche la società Telecom Italia in virtù della legge 231.

Secondo il rapporto Deloitte, al di là della falsa rappresentazione data al mercato delle quote di Tim nella telefonia mobile, l'intestazione fittizia ha procurato danni al gruppo stimati di oltre cinquanta di milioni di euro.

Secondo Asati, dopo le notizie sulla chiusura delle indagini circa la presunta truffa relativa a un giro di false carte sim nei confronti di alcuni ex top manager di Telecom Italia, è "ineludibile" rendere pubblico il rapporto Deloitte-Progetto Greenfield. In una nota l'associazione dei piccoli azionisti auspica "che il cda e il collegio sindacale della società procedano alle opportune azioni di recupero di tutti i bonus elargiti impropriamente a tutti i manager Telecom del periodo 2001-2007, e conseguentemente avviino la procedura per l'integrazione dell'ordine del giorno, della prossima assemblea del 15 maggio 2012, con la previsione dell'azione di responsabilità". L'auspicio dell'Asati, infine, è che la Consob vigili con attenzione e determinazione che gli organi deliberanti di Telecom Italia attivino le necessarie azioni societarie a tutela di tutti i propri azionisti.
 

©RIPRODUZIONE RISERVATA 20 Aprile 2012

TAG: telecom, sim, ruggero, luciani, indagini, rinvio, asati

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store