Energia, la Fondazione Bordoni aderisce a Res4Med

TECNOLOGIE

La Fub redigerà un technology review sulle reti di tlc e sui piani di sviluppo nei paesi del Mediterraneo per contribuire alla definizione di strategie di integrazione delle tecnologie Ict nelle centrali energetiche

di E.L.

La Fondazione Ugo Bordoni  (Fub) aderisce a Res4Med per mettere a fattor comune la propria esperienza e know-how e integrare le tecnologie IT e Ict nel settore energetico. Le trasformazioni in atto nel settore stanno spingendo all'impiego sempre più intenso delle tecnologie come complemento ai sistemi di produzione e distribuzione dell'energia, al fine di consentire - spiega la Fub in una nota - una gestione più efficiente e sicura dell'energia prodotta: in particolare i sistemi di produzione e gestione di energia rinnovabile ricorrono a un uso estensivo di tecnologie di comunicazione ed elaborazione dell`informazione per il controllo e l`ottimizzazione delle funzioni vitali".

In questo quadro si inserisce la proposta progettuale della Fondazione, con lo scopo tra gli altri di redigere un technology review sullo stato delle infrastrutture di telecomunicazione e dei relativi piani di sviluppo nei paesi di interesse del bacino del Mediterraneo, fondamentale per definire le strategie di integrazione delle tecnologie Ict nelle centrali energetiche.

Res4Med (Renewable Energy Solutions for the Mediterranean), associazione senza scopo di lucro istituita nel dicembre 2011 da Enel Green Power, Edison, Cesi, Gse PwC Advisory e il Politecnico di Milano, mira a contribuire alla creazione delle condizioni normative, infrastrutturali e finanziarie per la diffusione di impianti e sistemi di energia rinnovabile e per l`integrazione del mercato dell'energia elettrica nell`area del Mediterraneo.

©RIPRODUZIONE RISERVATA 26 Aprile 2012

TAG: fondazione bordoni, res4med, energia

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store