Siemens, ordini in calo. Previsti 1600 tagli al personale

CRISI

Siemens taglierà 1.600 posti, la maggior parte al di fuori della Germania per fare fronte del cattivo andamento degli ordini nel terzo trimestre

Siemens taglierà 1.600 posti, la maggior parte al di fuori della Germania per fare fronte del cattivo andamento degli ordini che nel terzo trimestre sono calati del 28% a 17,16 miliardi di euro. Lo ha annunciato il direttore finanziario, Joe Kaeser, in una conference call.

Nello specifico sono previsti 900 esuberi in Austria e 100 nella controllata Osram con sede in Francia, oltre ai 300 nella divisione tecnica delle costruzioni. Kaeser ha precisato che “gli oneri sono stimati a 100 milioni di euro e verranno contabilizzati nel quarto trimestre 2008/09 che terminerà a fine settembre”. L’annuncio segue la diffusione dei dati del 3° trimestre che hanno fatto registrare un utile netto in calo del 7% a 1,3 miliardi di euro.

30 Luglio 2009