Ericsson "spinge" le start up

EGO 2012

Via alla quinta edizione del programma Ego: al vaglio progetti di education 2.0, e-collaboration e PA digitale. Mirtillo: "Diamo spazio ai giovani talenti"

di F.Me.

Ericsson scommette sulle start up e lo fa lanciando la quinta edizione del Programma Ego, che si propone di selezionare le idee di business più innovative nel campo delle tecnologie di comunicazione, sostenendo i progetti imprenditoriali di studenti universitari, giovani laureati e start-up dalla fase di avviamento all’inserimento sul mercato.

L’iniziativa rientra nell'ambito dei progetti di Responsabilità Sociale della Fondazione Lars Magnus Ericsson ed è stata lanciata nel 2004 da Ericsson in Italia con la collaborazione di alcune delle principali università italiane, per sostenere idee e proposte di business sviluppabili di studenti universitari, neolaureati e di micro imprese in fase di start-up nel settore delle comunicazioni. 

Il Programma Ego, che ha l’obiettivo di creare un legame sempre più stretto fra Università e Impresa, vanta infatti la collaborazione con numerose università italiane per concretizzare progetti di business di studenti universitari e micro imprese nel settore delle comunicazioni.  Al Programma Ego, aderisce quest'anno anche l’Università di Trento, oltre alla Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa, l'Università di Siena e gli atenei romani che hanno partecipato alle precedenti edizioni: Luiss Guido Carli, Sapienza e Tor Vergata.

“Per rilanciare la competitività del nostro Paese e, in un’ottica di più lungo periodo, realizzare una società del futuro, occorre dare sempre più spazio ai giovani talenti, valorizzando le loro idee e sostenendoli nella realizzazione dei loro progetti di business - spiega Nunzio Mirtillo, presidente e General Manager Ericsson Regione Mediterranea - Ed è proprio questo l’obiettivo del Programma Ego, con il quale Ericsson rinnova il suo impegno per favorire l’incontro tra studenti, giovani professionisti e imprese, al fine di promuovere lo sviluppo di competenze strategiche nell’ambito dell’ICT e la realizzazione di progetti innovativi.”

Coloro che entreranno a far parte del Programma Ego, selezionati da diversi comitati di valutazione, avranno la possibilità di sviluppare il proprio progetto imprenditoriale. Ericsson, garantisce infatti il supporto logistico ed organizzativo, mettendo a disposizione uffici attrezzati, consulenze in ambito organizzativo, tecnologico, legale e finanziario e relazioni con i canali commerciali.

Le idee e i progetti dovranno essere attinenti al settore Ict e  rispondere ad un bisogno sociale. Pur non costituendo un pre-requisito fondamentale per l’ammissione al processo di selezione, i Comitati di valutazione si riservano di esaminare con particolare interesse  i progetti che svilupperanno aree tematiche specifiche tra cui Education 2.0, e-collaboration all’interno delle aziende, Pubblica Amministrazione digitale, Sanità del futuro, intelligent mobility ed efficienza energetica.

La data di scadenza per la presentazione delle domande è il 1° giugno 2012. A partire da tale data avrà inizio l’iter di selezione sia per la categoria Studenti e Laureati al di sotto dei 35 anni, attraverso il Premio per l’Innovazione, sia per la categoria Start-up.

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA 02 Maggio 2012

TAG: ericsson, start up, programma ego, nunzio mirtillo

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store