Mediaset punta sulla fibra per vincere la sfida dell' Hd

PRIMO PIANO

Alcatel-Lucent fornirà una piattaforma di comunicazione per interconnettere le diverse sedi del brodacaster con collegamenti terrestri e sottomarini

Mediaset sceglie la tecnologia ottica da alta velocità di Alcatel-Lucent per la creazione di una nuova infrastruttura di trasporto audio-video, con collegamenti terrestri e sottomarini.  M-Tube – questo il nome della rete - si baserà su piattaforma Dwdm (Dense Wavelenght Division Multiplexing) e collegherà 17 sedi regionali di Mediaset, facilitando la trasmissione di contenuti televisivi ad alta definizione su tutto il territorio nazionale, isole comprese.

Nello specifico M-Tube trasformerà le modalità operative nel settore: se oggi, infatti, i flussi audio-video sono inseriti nelle reti degli operatori televisivi e quindi distribuiti agli utenti, da domani, grazie alla nuova rete, gli stessi flussi digitali verranno collocati direttamente sui server video e saranno direttamente accessibili dagli utenti stessi.

“Siamo entusiasti di questo progetto d’avanguardia di Mediaset che apre la strada ad una più alta affidabilità del servizio e ad una più elevata efficienza operativa per un livello di servizi superiore - dichiara Adolfo Hernandez, presidente delle attività di Alcatel-Lucent in Europa, Medio Oriente e Africa - . Con l’impegno combinato delle nostre soluzioni e della nostra struttura di servizio collaboreremo con Mediaset per porre in opera un sistema di trasmissione ottica in grado di migliorare notevolmente le comunicazioni di importanza critica e i servizi tra i diversi siti”.

Per questo progetto Alcatel-Lucent fornirà una soluzione di rete terrestre e sottomarina integrata e chiavi in mano: la componente terrestre si baserà sulla soluzione Alcatel-Lucent 1626 Light Manager, una piattaforma Dwdm con multiplazione a divisione di lunghezza d’onda densa ad alte prestazioni e multifunzionale, in grado di migliorare l’efficienza della rete riducendo al tempo stesso i costi operativi. Alcatel Lucent fornirà anche due collegamenti sottomarini senza necessità di ripetitore tra Mazara del Vallo, in Sicilia, e Santa Ventrace in Sardegna e, per la connessione con il continente, tra Golfo Aranci, in Sardegna, e Pomezia. Il sistema di connessione terrestre e sottomarino sarà completato da uns gamma di servizi di integrazione e supporto, compresa l’installazione, la messa in funzione e la manutenzione.

01 Settembre 2009