F-35, Vitrociset "firma" il prototipo per i test in radiofrequenza

MADE IN ITALY

La società romana consegna a Lockheed Martin il Radio Frequency Cable Tester destinato al programma Jsf. L'ad Bontempi: "Siamo capaci di competere a livello mondiale"

di E.L.

Vitrociset consegna a Lockheed Martin il primo prototipo mondiale del Radio Frequency Cable Tester (Rfct) e dei relativi Adapter Set (AS) dell’F-35 Joint Strike Fighter (Jsf). Progettato e realizzato da Vitrociset, con un mese di anticipo rispetto al programma concordato,il prototipo consiste in un sofisticato equipaggiamento portatile di supporto a terra impiegato per effettuare test a Radio Frequenza e a Microonde sul velivolo Jsf, anche in condizioni ambientali estreme.

Al programma Jsf partecipano complessivamente, oltre agli Stati Uniti, altri otto Paesi: Regno Unito, Italia ed Olanda, Australia, Canada, Danimarca, Norvegia e Turchia. Anche Israele e Singapore hanno firmato un accordo di partecipazione alla cooperazione e sicurezza che li ha coinvolti nel programma stesso.

“Nel corso del 2010 - dice Antonio Bontempi, ad di Vitrociset - sono state effettuate da Lockheed Martin alcune gare internazionali per lo sviluppo e la produzione di prototipi di Ground Support Equipments peculiari per il programma Jsf. Vitrociset ha vinto quelle relative ad alcune tipologie di Carts - carrelli per il condizionamento e l’alimentazione a terra del caccia - e quelle relative ai Test Set per le misure di Radio Frequenza”.

E’ già partita, presso gli stabilimenti italiani di Vitrociset, la produzione in serie dei primi 54 carrelli necessari a coprire le esigenze iniziali del programma Jsf per l’anno 2012. Negli anni a seguire dovranno essere prodotti altri Support Equipments per soddisfare le necessità delle successive fasi del programma la cui durata prevista è di 20 anni. "La produzione dei carrelli - continua Bontempi  - svilupperà un fatturato stimato inizialmente intorno ai 15 milioni l'anno. È per noi motivo di orgoglio poter offrire, grazie a questo successo, nuova occupazione ad almeno 50 risorse locali, generare un indotto presumibilmente di 10milioni l'anno e favorire così la nascita di nuove filiere produttive di alta tecnologia e di servizi”.

“L’Rftc&AS è in assoluto il primo prototipo dell’intero Programma Jsf mondiale che la Lockheed Martin riceve da una azienda - conclude Bontempi - e dimostra, ancora una volta, la capacità di Vitrociset di competere a livello mondiale su iniziative di prestigio, come per il vettore Vega, lanciato con successo il 13 febbraio u.s. dallo spazioporto di Kourou in Guyana Francese, per il quale Vitrociset ha realizzato il ground segment”.

Alla cerimonia di consegna, avvenuta questa mattina presso la sede romana di Vitrociset erano presenti, oltre al Ministro della Difesa Giampaolo Di Paola, i vertici della Difesa, fra cui il Capo di Stato Maggiore, Generale Biagio Abrate, il Segretario Generale della Difesa, Generale Claudio Debertolis, il Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica, Generale Giuseppe Bernardis, oltre al Vice Presidente di Lockheed Martin, Tom Burbage e a numerosi professioni italiani e americani che hanno lavorato assiduamente alla realizzazione del prototipo.

©RIPRODUZIONE RISERVATA 01 Giugno 2012

TAG: vitrociset, antonio bontempi, lockheed martin

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store