Nuovi orizzonti per il Voip Skype pronta a offerta business

L'azienda ha lanciato Regno Unito la prima soluzione pensata per le imprese compatibile con hardware Sip e si appresta a fare lo stesso in Italia

di Patrizia Licata
“Skype è un gigante del Voip, fermo a un bivio, con strade affollate di avversari”, secondo Alessandro Longo che scrive oggi sul supplemento Nova de Il Sole 24 Ore. Dopo essersi separata da eBay, Skype deve risolvere un dilemma, spiega Ian Fogg, analista di Forrester Research specializzato in Voip: “Innovare con servizi video e cellulari o concentrarsi sulla semplicità e sul basso costo? La mia sensazione”, continua l’analista, “è che Skype sia cambiata poco negli ultimi due-tre anni. Deve innovare più velocemente se vuole restare leader”. Spiega Longo: “Da una parte, ci sono i concorrenti che corrono sull’innovazione”, come Oovoo, che si distingue perché offre la videoconferenza multi-persona. “In questo ambito la cosa più difficile sarà trasformare l’innovazione in soldi. Molto si lotta per l’innovazione anche sulla mobilità, sulla scorta dei nuovi e popolari smartphone e negozi di applicazioni. Qui ancora non è emerso un leader, ma il vincitore sarà il primo software in grado di unire ricchezze di funzioni e semplicità d’uso”.

Gli approcci più diffusi sono due: “quello tradizionale (chiamate dirette via banda larga mobile o Wifi), seguito da Fring, Nimbuzz, Truphone e altri; e quello di Jajah, che funziona via centralino”. Ma il VoIp mobile è ancora “un’arena aperta”. Sull’altra strada, ci sono i servizi concorrenti e più economici di Skype – e non solo Voipbuster, Gizmo e GoogleVoice. Anche gli operatori tradizionali cominciano a giocare sul low cost. “Quando Skype è arrivata, solo pochissimi utenti avevano servizi Voip del proprio operatore domestico. Adesso, sono milioni in Europa”, dice Fogg. “Telecom Italia e Fastweb hanno pacchetti di chiamate senza limiti, via Voip, verso numeri fissi”, nota Longo. Ma Skype non resta a guardare e parte già al contrattacco con un’offerta business: ha lanciato nel Regno Unito la prima soluzione Skype compatibile con hardware Sip (lo standard Voip più diffuso) e si appresta a fare lo stesso in Italia, fa sapere George Yaryura, marketing manager di Skype.

17 Settembre 2009