Rim, per il BlackBerry è emorragia clienti

LA CRISI

In crisi lo smartphone della casa canadese: tra giugno e agosto persi 8 milioni di abbonati. Gli analisti avvertono: "Questo sarà il primo trimestre a crescita zero sul versante utenti". E a nulla servirà il lancio del BlackBerry 10 atteso per gennaio

di Federica Meta

Dieci anni dopo il lancio del primo smartphone targato Research in Motion la tribù di utenti BlackBerry ha smesso di crescere. Nel bel mezzo di una crisi delle vendite, Rim non è riuscita a fare nulla per incrementare la sua base utenti: ad agosto la casa canadese ha annunciato di aver superato i 70 milioni di abbonati BlackBerry in tutto il mondo, ma a giugno i clienti erano 78 milioni.

Secondo gli analisti oltre al mancato ingresso di nuovi utenti, molti abbonati decideranno a breve di abbandonare il BlackBerry.  "Questo è il primo trimestre in cui ci aspettiamo una crescita zero di abbonati – evidenzia Kris Thompson di National Bank Financial – E all’avvio del prossimo trimestre il BlackBerry 10 riuscirà a rallentare solo di poco le perdite”.

Difficile, dunque, la situazione per il ceo Thorsten Heins che, oltre al BlackBerry 10, ha ben poco altro da mostrare agli investitori per rassicurarli così come poco da dire per convincere gli sviluppatori a restare.

Tutti sanno che Rim è in una posizione difficile. La quota di mercato della società è crollata e, con una capitalizzazione di mercato di meno di 4 miliardi,  le voci di vendita sono all'ordine del giorno anche se gli analisti non prevedono un’operazione del genere in tempi rapidi.

Giovedì Rim presenterà i risultati finanziari del trimestre e gli analisti non si aspettano sorprese. Sameet Kanade di Securities del Nord afferma che i dati sono un "non-evento", vista la prevedibilità del calo delle entrate, il numero inferiore di dispositivi venduti rispetto al trimestre precedente e calo dei prezzi del BlackBerry.  “Tutti i numeri – sottolinea Kanade – che mostrano la preferenza del mercato verso altri telefoni”. Gli analisti si aspettano i ricavi scivolare a circa 2,5 miliardi di dollari - dai  2,8 miliardi nel trimestre precedente – e le vendite calare, attestandosi tra 6,5 ​​milioni e 7,7 milioni di dispositivi.

Secondo Mike Walkley, analista di Canaccord Genuity, a Rim non basterà fare affidamento sull’aumento delle vendite in Indonesia e Medio Oriente, dove sta iniziando a farsi sentire la concorrenza di società del calibro  di Huawei Technologies che vende device con Android a prezzi bassi.

"Siamo convinti che il nuovo ecosistema BB10 di Rim non avrà grande riscontro sul mercato- avverte Walkey – La casa canadese dovrà cambiare drasticamente il suo modello di business se non addirittura decidersi a vendere”.

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA 25 Settembre 2012

TAG: rim, trimestrale, blackberry 10, Thorsten Heins, Sameet Kanade, Mike Walkley, Kris Thompson

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store