Retelit firma la banda larga del Pentagono

LA COMMESSA

L'operatore italiano incaricato di realizzare una rete in fibra per collegare le basi americane in Italia con Balcani e Medio Oriente. La commessa vale 20 milioni di dollari

di P.A.

Retelit si è aggiudicata una commessa da 20 milioni di dollari incassata dal Pentagono. L'ordine partito dalla Difesa Usa riguarda la realizzazione di una rete a banda larga, per collegare le basi americane in Italia con Balcani e Medio Oriente. Retelit ha superato la concorrenza di aziende del calibro di verizon e Telecom Italia.

L’azienda di tlc, che detiene una rete in fibra ottica di 9mila chilometri, ha fra i suoi maggiori azionisti le Poste libiche, che detengono una quota del 14% e che dopo la caduta di Gheddafi hanno chiesto un nuovo cda per eleggere un nuovo consiglio. Dopo 10 anni alla guida, il Ceo Gilberto Di Pietro è uscito di scena e le sue deleghe sono passate a Danilo Broggi, il neo presidente che sta tentando di diversificare il business aziendale. Broggi, ex ad di Consip, punta molto su servizi dedicati alle Pmi e al settore della PA, scrive il Sole 24 Ore. Il piano industriale prevede di raggiungere i primi utili già l’anno prossimo e di triplicare i ricavi nel 2016. L’obiettivo non è impossibile, a patto che i ricavi aumentino sensibilmente. Nel semestre gennaio-giugno il fatturato è cresciuto del 16% e le perdite di 5milioni di euro sono scese a 900mila euro.


 

©RIPRODUZIONE RISERVATA 02 Ottobre 2012

TAG: retelit, pentagono, difesa, usa, poste, libia, Gilberto Di Pietro, Danilo Broggi, Consip, verizon, telecom italia, retelit, pentagono, difesa, usa, poste, libia, Gilberto Di Pietro, Danilo Broggi, Consip, verizon, telecom italia

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store