Wind, niente scorporo per le Network Operations

LA VERTENZA

Siglato l'accordo con Slc-Cgil, Fistel-Cisl e Uilcom Uil. Le attività restano all'interno del perimetro aziendale a fronte di efficienze per 35 milioni di euro. Via al nuovo piano quinquennale

di P.A.

Il progetto di scorporo ed delle Network Operations, le attività della rete di Wind viene ritirato, i lavoratori dovranno "stringere la cinghia" ma i 1.800 posti a rischio saranno tutelati con un nuovo piano a 5 anni che prevede efficienze per 35 milioni di euro ma nessuna societarizzazione o esternalizzazione. “Viene chiesto un sacrificio ai lavoratori - commentano Salvo Ugliarolo, segretario nazionale della Uilcom e Giorgio Serao della segreteria nazionale Fistel-Cisl dopo una trattativa no-stop di 24 ore con l’azienda - ma questo accordo rappresenta un cambiamento di indirizzo per tutto il settore tlc, è un cambiamento di tendenza. Passa il principio per cui il perimetro societario resta invariato e viene pensato un piano industriale a 5 anni, una lunghezza temporale che ormai nessuna azienda fa più”.

L’accordo, firmato da Slc-Cgil, Fistel-Cisl e Uilcom-Uil, passa attraverso una stretta sui benefit ma “a fronte di questo fino a tutto il 2017 la società internalizza alcune attività e garantisce che non ci saranno societarizzazioni”. Il piano di esternalizzazione della rete era stato messo a punto da Wind nella primavera del 2011. All’inizio del 2012, con l’intervento del ministero dello sviluppo economico, ‘lazienda aveva accettato la sospensione del processo e avviato un dialogo con i sindacati.

Un accordo in controtendenza rispetto a quanto accaduto in altre aziende del settore. "Mentre H3 g, Vodafone e Fastweb hanno ceduto parti di rete esternamente, Wind al contrario mantiene la rete all'interno del perimetro aziendale - dice Ugliarolo - i sacrifici saranno distribuiti su tutto il personale di Wind, ma fino al 2017 l'azienda si impegna a mantenere i livelli occupazionali invariati".

©RIPRODUZIONE RISERVATA 10 Ottobre 2012

TAG: wind, network operations, huawei, ericsson, slc cgil, fistel cisl, uilcom uil, Salvo Ugliarolo, Giorgio Serao

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store