BT, utili in crescita del 14%

LA TRIMESTRALE

L’operatore britannico ha chiuso il secondo trimestre con profitti a quota 564 milioni di sterline. I dividendi salgono del 15%. Il ceo Ian Livingstone: "L'aumento della cedola dimostra fiducia nel nostro biz"

di F.Me.

Crescono i profitti di British Telecom nonostante il calo del fatturato. L’operatore britannico ha chiuso il secondo trimestre con un incremento del 14% dell'utile netto a 564 milioni di sterline e ha annunciato la distribuzione agli azionisti di una cedola semestrale di 3 pence (+15%), che sarà pagata il 4 febbraio. Il dividendo annuo è di 5,7 pence per azione.

Nel secondo trimestre i ricavi adjusted sono scesi del 9% a 4,474 miliardi di sterline (nel semestre -7% a 8,958 miliardi). Per l'anno finanziario 2013 la società si aspetta un trend migliore nella seconda parte dell'anno rispetto al primo, ma non un miglioramento anno su anno. Entrando nel dettaglio, crescono significativamente i clienti di BT Vision che supereno le 750.000 unità. Per quanto riguarda le aree geografiche,  crescono del 10% le revenue nelle zone AsiaPac, Latam, Middle East, Africa e Turchia.

Intanto prosegue il piano per la realizzazione della rete di nuova generazione in fibra ottica in UK dove ad oggi è disponibile a 12milioni di edifici. Sono circa 100.000 a settimana gli edifici a cui viene resa disponibile la fibra. Entro la primavera del 2014 dovrebbero essere collegati 2/3 degli edifici in UK, con un anticipo di 18 mesi rispetto a quanto stabilito dal progetto di implementazione.

“La nostra fiducia nel futuro del business è dimostrato dalla crescita del 15% del dividendo”, ha commentato il ceo di BT Ian Livingstone.

 

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA 02 Novembre 2012

TAG: bt, british telecom, ian livingstone, bt vision

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store