Acquisti via telefonino, nel 2010 parte Telecom Italia

MOBILE COMMERCE

Grazie all'accordo con il Consorzio Movincom dal prossimo anno il cellulare potrà essere utilizzato per comprare biglietti di bus e treni ma anche per prenotare alberghi e ingressi a spettacoli teatrali e musicali

di Mila Fiordalisi
Debutta nel 2010 il mobile commerce targato Telecom Italia. A partire dal prossimo anno attraverso i telefonini dotati di sim card Telecom sarà possibile acquistare beni e servizi, dai titoli di viaggio per bus e treno ai biglietti per i parcheggi auto, passando per prenotazioni alberghiere, ingressi a spettacoli teatrali e concerti, pass per gli impianti sciistici.

La novità è frutto dell'accordo siglato della prima compagnia italiana di Tlc con il Consorzio Moincom che vede in campo esercenti e gestori interessati a sviluppare il canale di vendita mobile per un totale di 650 servizi operativi con un potenziale di oltre 1.500 servizi in sette differenti settori merceologi.


“Il cellulare, dopo essersi affermato come mezzo insostituibile di comunicazione personale - dichiara Oscar Cicchetti, Responsabile Domestic Market Operations di Telecom Italia - sta diventando un accesso personale alla rete, ai suoi contenuti ed ai suoi servizi: informazione, intrattenimento e applicativi professionali. Grazie alle potenzialità della Sim e dei nuovi terminali, il cellulare si affermerà anche come strumento potente e sicuro di transazione e di gestione dell'identità. L'accordo di oggi va in questa direzione offrendo un’ampia gamma di servizi ed una modalità d'acquisto sicura, semplice ed intuitiva”.

Il servizio di mobile commerce si basa sulla soluzione tecnologica Sat (SIM Application Toolkit) sviluppata da Telecom Italia, che garantisce elevati standard di sicurezza e la certificazione del numero di telefono da cui le singole transazioni vengono originate. Gli acquisti saranno effettuati in modo semplice e veloce, grazie a specifici menù, integrati direttamente nella Sim, che guideranno il cliente nella scelta. La richiesta del bene o servizio prescelto avverrà attraverso l’invio di un sms, generato automaticamente dall’applicazione e contenente il numero di cellulare dell’acquirente, senza alcun dato sensibile relativo allo strumento di pagamento utilizzato.

23 Settembre 2009