Vito Gamberale: "Tlc, si aprirà una stagione di privatizzazioni"

F2I

Secondo l'Ad di F2i "chi controlla infrastrutture e servizi dovrà vendere". Positivo l'ingresso degli stranieri in Italia ma il manager esprime perplessità sulla possibilità di cedere le quote di maggioranza delle aziende in cui investono

di E.L.

“Ci sarà una nuova stagione di privatizzazioni nelle reti e nei servizi perché chi le controllo dovrà vendere”. Ne è convinto Vito Gamberale intervenuto oggi a Roma a un convegno dedicato a infrastrutture e project bond.

Secondo l’Ad di F2i “"è un'ingiustizia dire che in Italia le privatizzazioni sono andate male. Sono andate bene e molto bene, tranne qualche spiacevole esempio che ha macchiato tutto". A quindici anni dalla cessione dell'ex Sip, Gamberale ricorda che ci furono alcune operazioni architettate in chiave "familistica". "Un esempio è Telecom Italia dove sono entrate quattro generazioni di barbari, nel senso di estranei a quel settore".

Gamberale ha infine salutato con favore gli investimenti stranieri in Italia: “E' molto positivo che gli stranieri investano capitale in Italia” , ha evidenziato il manager che però si  è detto “perplesso” sulla possibilità che agli stranieri vada poi la maggioranza delle società in cui investono, “perché così il cash flow generato verrà essere utilizzato all'estero”.

©RIPRODUZIONE RISERVATA 08 Novembre 2012

TAG: vito gamberale, f2i, telecom italia, privatizzazioni

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store