Bassanini, no comment su ingresso di Cdp in Telecom

VERSO IL CDA DEL 6 DICEMBRE

Il presidente della Cassa Depositi e Prestiti: "Facciamo investimenti in equity solo in società stabili, equilibrate e non fortemente indebitate, e con forti prospettive di crescita"

di P.A.

Franco Bassanini, il presidente della Cassa Depositi e Prestiti, non commenta l'ipotesi di un ingresso in Telecom Italia chiarendo che la CdP fa investimenti solo in società stabili, equilibrate e non fortemente indebitate, e con forti prospettive di crescita. "Secondo i giornali Cdp potrebbe fare di tutto, ma non commento", ha affermato conversando con i giornalisti in occasione del convegno "Credito al credito".

"Non ci mettiamo a commentare tutto quello che i giornali ci attribuiscono". Lo stesso presidente di Cassa Depositi e Prestiti tiene a ricordare che in materia di investimenti la Cassa ha  "regole molto precise" per gli investimenti in equity che, ha rilevato "facciamo solo in società stabili, equilibrate e non fortemente indebitate, e con forti prospettive di crescita".

Il tema di un eventuale ingresso di Cdp in Telecom, nell'ambito dell'eventuale scorporo della rete, sarà sul tavolo di discussione al prossimo Cda dell'azienda fissato per il 6 dicembre.

©RIPRODUZIONE RISERVATA 28 Novembre 2012

TAG: franco bassanini, cdp, cassa depositi e prestiti, telecom italia, cda

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store