Telecom-Polimi, via al Joint Open Lab

IL PROGETTO

Si consolida la collaborazione tra l'operatore e l'ateneo. Obiettivo: avvicinare industria e ricerca. Focus sugli smart spaces e il mobile internet

di F.Me.
tecnologia, innovazione, laboratorio, ricerca

Creare un nuovo modello di relazione industria-università dove la ricerca e la conoscenza accademica si uniscono al know-how e all’esperienza industriale. E' questo l'obiettivo della collaborazione tra Telecom Italia e il Politecnico di Milano che hanno avviato un progetto che porterà alla realizzazione del “Joint Open Lab”. L’accordo quadro è stato siglato dal Rettore del Politecnico di Milano, Giovanni Azzone, e dal responsabile Innovazione & Industry Relations di Telecom Italia, Cesare Sironi.

Il “Joint Open Lab” realizzato presso il Politecnico di Milano sarà focalizzato alla progettazione e realizzazione di nuovi servizi connessi agli “Smart Spaces”, dove le tecnologie Mobile Internet abilitano un nuovo modo di interazione fra la persona e l’ambiente, permettendo la riprogettazione e la creazione di servizi altamente innovativi.

“Il Politecnico di Milano vuole contribuire a rafforzare la capacità innovativa e la competitività del nostro sistema industriale e dei servizi – afferma il Rettore, Giovanni Azzone –. Con la firma di questo accordo, mettiamo un tassello importante in questa missione. Grazie alla presenza del laboratorio, inoltre, i nostri studenti e i nostri ricercatori potranno lavorare al fianco di quelli di Telecom Italia, cooperando con loro su progetti di ricerca innovativi, con l’obiettivo di creare delle soluzioni tecnologiche e delle competenze distintive di assoluto valore”.

Il laboratorio metterà in relazione le competenze del Politecnico di Milano inerenti l’Innovation Management, il Service Interaction Design e l’Ingegneria del Software con quelle dei ricercatori di  Telecom Italia per l’identificazione, progettazione e realizzazione di servizi per la sostenibilità e il benessere della persona caratterizzati da un uso sempre più diffuso ed estensivo degli smartphone, in considerazione dell’impatto che questi hanno sulla quotidianità delle nostre azioni e sulle interazioni tra le persone e il mondo esterno.

L’iniziativa consolida la collaborazione fra Telecom Italia e Politecnico di Milano che include il finanziamento di sei borse di studio per dottorati di ricerca, l’attivazione di contratti di apprendistato per l’alta formazione rivolti ai laureandi, la realizzazione di un master in Business Innovation and Ict Management, oltre alla partecipazione congiunta a bandi di finanziamento in progetti nazionali e internazionali.

Questo accordo si inserisce nell’ambito del progetto di Telecom Italia finalizzato alla creazione di sei innovativi laboratori di ricerca su tutto il territorio nazionale in partnership con i più qualificati atenei italiani, con l’obiettivo di rilanciare e trasformare i rapporti tra il mondo dell’industria e quello della ricerca e della didattica universitaria nel campo dell’innovazione tecnologica. In particolare, la collaborazione mira a dare impulso al trasferimento delle conoscenze tipiche del mondo universitario verso utilizzi in campo industriale, trasformando le nuove idee in opportunità tangibili per il sistema socio-economico.

Attraverso la creazione di un ambiente stimolante, caratterizzato da spazi dedicati alla condivisione del know-how e modulabili secondo le esigenze dei diversi progetti, il nuovo laboratorio di ricerca si pone come elemento centrale delle attività di sviluppo e dimostrative in grado di attrarre giovani talenti e favorire l’applicazione sul campo di nuove idee e soluzioni, generando così nuovo valore su obiettivi di ricerca e innovazione condivisa.

Il laboratorio, inoltre, potrà partecipare a gare per l’accesso a finanziamenti per la ricerca a livello regionale, nazionale ed europeo.

In base agli accordi, Telecom Italia contribuirà al “Joint Open Lab” con proprio personale di ricerca, strumentazione di laboratorio, piattaforme di servizio; il Politecnico di Milano metterà a disposizione del laboratorio personale di ricerca, borsisti, stagisti e laureandi.

Telecom Italia ha deciso di investire con convinzione sulla ricerca universitaria e sull’alta formazione rivolgendosi ad uno dei più prestigiosi atenei come è considerato il Politecnico di Milano - dichiara Cesare Sironi, responsabile Innovazione & Industry Relations di Telecom Italia -. Il rapporto consolidato tra il Politecnico e Telecom Italia si pone l’obiettivo di sviluppare un nuovo modello di didattica e di ricerca che abbia ricadute positive e immediate sul mondo industriale.  Telecom Italia intende proseguire questo percorso che si concretizza con l’annuncio di oggi relativo alla creazione di un vero e proprio laboratorio di ricerca condiviso e rientra nel progetto più ampio del Gruppo di trasformare radicalmente il modello della relazione tra mondo accademico e impresa per creare valore e alimentare l’industria con idee innovative partendo dal territorio”.

©RIPRODUZIONE RISERVATA 16 Gennaio 2013

TAG: telecom italia, politecnico di milano, joint open lab, giovanni azzone, cesare sironi

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store