France Telecom cambia nome, si chiamerà Orange

REBRANDING

L'azienda adotta il brand commerciale internazionale, conosciuto in altri 32 paesi. L'operazione sarà sancita ufficialmente a fine maggio dall'assemblea generale

di Paolo Anastasio

France Telecom sta per cambiare nome in Orange. E’ da più di due anni che l’azienda ci sta pensando, la decisione sarà presa ufficialmente all’assemblea generale che si terrà il 28 maggio, occasione in cui il Ceo Stéphane Richard presenterà agli azionisti una risoluzione per cambiare la denominazione giuridica. Lo scrive oggi Le Figaro, precisando che l’obiettivo del gruppo è la convergenza della ragione sociale della società con il marchio commerciale Orange, presente in Francia e a livello internazionale in altri 32 paesi a livello mondiale.

Il ragionamento è semplice: Orange è un marchio internazionale, riconosciuto in tutto il mondo, mentre France Telecom ha una connotazione locale senza respiro globale. Il marchio Orange nasce dall’acquisizione nel 2000 dell’operatore britannico da parte di France Telecom. Un’operazione da 50 miliardi di euro.

Prima di prendere questa decisione, France Telecom ha condotto diversi sondaggi fra i suoi dipendenti, per verificare il gradimento. L’83% dei dipendenti si dichiara favorevole o indifferente al cambio di nome.

L’idea era nell’aria fin dal 2011. E non è certo la prima volta che la ragione sociale di un’azienda viene inglobata dal marchio. Ad esempio, Bsn diventata Danone nel 1994, e la settimana scorsa il produttore di smartphone canadese Rim ha cambiato nome in BlackBerry, il suo prodotto di punta.
 

©RIPRODUZIONE RISERVATA 07 Febbraio 2013

TAG: france telecom, stephane richard, france telecom, orange, rim, blackberry, bsn, danone

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store