BT, ultrabroadband in anticipo di 18 mesi con l'Fttc

IL PIANO FIBRA

Nella primavera del 2014 saranno raggiunti altri 1,2 milioni di edifici. E nei prossimi mesi avanti tutta sul programma fiber to the premises "on demand". Mike Galvin: "Anticipiamo i tempi del roll out"

di F.Me.

Estendere la fibra a ulteriori 1,2 milioni di edifici. E' questo il prossimo step del piano Fttc da 2,5 miliardi di sterline firmato BT. Nella primavera del 2014 Openreach stenderà la fibra su altri 99 punti di scambio che servono 600mila abitazioni in Scozia e nelle Midlands.  "I nostri tecnici stanno lavorando senza sosta per raggiungere i due terzi dei locali britannici con fibra nella primavera 2014, con 18 mesi di anticipo rispetto al calendario originale" spiega Mike Galvin, a capo del programma Nga di Openreach. Finora la rete BT hanno raggiunto 1.700 scambi e decine di migliaia di armadi per 50mila chilometri di fibra.

"Il lavoro non si ferma qui – puntualizza Galvin – Stiamo stendendo la fibra ad altre parti del paese in collaborazione con gli enti locali compre previsto dal Bduk (Broadband Delivery UK)”. Il piano Bduk ha a disposizione 530 milioni di sterline di fondi pubblici per finanziare la rete nel Regno Unito: l’obiettivo è quello di fornire l'accesso universale alla banda larga a 2 Mbps entro il 2015.

Nel frattempo BT ha ribadito l'intenzione di lanciare il suo Fttp on demand nella aree già coperte dalla suo servizio Fttc a partire da questa primavera. I provider potranno pertanto pagare Openreach per estendere la fibra dalla “spina” che alimenta gli armadi più vicini agli edifici, garantendo agli utenti velocità di downlink fino a 330 Mbps.

©RIPRODUZIONE RISERVATA 13 Febbraio 2013

TAG: bt, mike galvin, Broadband Delivery UK bduk

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store