Mc-Link verso il debutto in Borsa

COLLOCAMENTO

L'Internet service provider sbarcherà il 22 febbraio sull'Aim, il listino di Piazza Affari destinato alle Pmi. Obiettivo è ampliare le attività e i servizi nel mercato di riferimento

di P.A.

Mc-Link pronta allo sbarco in borsa sull’Aim Italia, il listino dedicato alle Pmi della Borsa italiana dove sbarcherà il 22 febbraio. L'’Ipo della società romana nata nel 1998 e specializzata in servizi tlc è la prima nel 2013 sull'Aim.

MC-link debutterà su Aim Italia – Mercato Alternativo del Capitale, il mercato azionario creato da Borsa Italiana, per favorire l’accesso alle risorse finanziarie da parte delle più intraprendenti piccole e medie imprese italiane. 

 MC-link opera da molti anni nel mercato delle telecomunicazioni fornendo servizi dati, telefonia, Internet e data center di eccellenza. L’attività è focalizzata nel segmento Business oggi con particolare attenzione alle Pmi e Large Account, strategia che ha permesso negli ultimi anni di avere risultati importanti e in controtendenza rispetto alla maggioranza delle aziende del settore e di arrivare all’1% del mercato dei servizi di rete fissa (escluso fonia) del segmento Business. Nel preconsuntivo 2012 il fatturato è di 35.189 milioni, margine di contribuzione lordo 20.856 milioni, Ebitda 6.108 milioni (17,4% sui ricavi). Valori che si sono almeno quadruplicati nello spazio dell’ultimo decennio. Per il 2013 l’obiettivo è di raggiungere i 37 milioni di ricavi e un Ebitda di 7 milioni.
La quotazione è seguita da Integrae Sim in qualità di Nomad e di Global Coordinator, dal Prof. Artiaco in qualità di Advisor dell’Emittente, dallo Studio Valli e Associati come Advisor legale e da Deloitte come società di revisione.

L’operazione consiste in un collocamento riservato ad investitori qualificati per un importo di circa 2,6 milioni di euro con emissione di 360.000 nuove azioni rivenienti da aumento di capitale. L’operazione è stata già ampiamente sottoscritta da parte sia di investitori istituzionali e professionali che da parte di investitori privati di primario standing. Il prezzo di sottoscrizione è pari a 7,65 euro. Alla data di inizio delle negoziazioni la capitalizzazione prevista sarà pari a circa Euro 25 milioni per un flottante pari a circa il 10% del capitale sociale.
La società ha sedi a Trento, Roma e Milano da dove vengono gestiti oltre 22.000 clienti ed è guidata dall’amministratore delegato Cesare Veneziani, in azienda dal 1998, dal presidente Paolo Nuti, cofondatore insieme al Vicepresidente Bo Arnklit, e da Pompeo Viganò, ex Presidente dell’incorporata Alpikom, attuale Vicepresidente.

A seguito dell’ammissione in borsa il capitale della società vede tra i principali azionisti Paolo Nuti (23,6%), Bo Torben Arnklit (22,8%), Dedagroup (15,2%), Melior Trust (9,7%), Giovanni Falcone (7,7%), Silvano Fraticelli (7,3%), Dolomiti Energia  (1,6%), Autostrada del Brennero (1,0%).

Mc-Link è un nome storico del business online del nostro paese, partita nel 1992 con l’offerta di servizi di posta elettronica., lanciando per prima l'email nel nostro paese. Nel 2001 ha acquistato la licenza da operatore telefonico, per poi creare un’infrastruttura di accesso alla rete nel 2005. Nel 2009 l’acquisizione di Alpikom, l’operatore del Trentino Alto Adige. L'Ipo servirà al gruppo di ampliare le attività e la gamma di servizi per il mercato di riferimento. 

A fine novembre era stata Softec, specializzata in soluzioni e servizi multipiattaforma e multidevice negli ambiti Mobile Applications e Social Enterprise, a sbarcare sull'Aim.

©RIPRODUZIONE RISERVATA 20 Febbraio 2013

TAG: mc-link, paolo nuti, aiip, associazione italiana internet provider, Alpikom, softec, dedagroup, melior trust, dolomiti energia, autostrada brennero

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store