Nokia, dimezza lo stipendio di Elop

SPENDING REVIEW

Niente bonus per il numero uno dell'azienda che nel 2012 incassa 4,3 milioni di euro a fronte di 7,9 milioni del 2011. Il taglio degli emolumenti dovuto al mancato raggiungimento dei target aziendali

di Paolo Anastasio

Niente bonus per Stephen Elop, che nel 2012 ha visto i suoi emolumenti praticamente dimezzati. Il Ceo di Nokia l’anno scorso ha ricevuto un compenso complessivo fra cash e azioni di 4,3 milioni di euro,  in picchiata del 45% rispetto ai 7,9 milioni incassati nel 2011, quando però c'erano anche 2 milioni di euro frutto di vecchie poste da parte dell'ex datore di lavoro Microsoft. Le cifre sono contenute in una comunicazione dell’azienda alla Sec, la Consob americana.  Il taglio degli emolumenti dovuto al mancato raggiungeimento dei target aziendali.

Elop, ex top manager di Microsoft, è diventato Ceo di Nokia nel 2010. Il suo compito era il rilancio della casa finlandese in scia, sulla scia dell’accordo fra le due aziende per la realizzazione di smartphone basati su Windows. Ma per ora la scommessa di Elop non è vinta, data la performance di vendita del Windows Phone, che stenta a decollare sul mercato di massa dominato da Apple e Samsung.  

Il titolo Nokia ha perso sul terreno il 22% del suo valore nel 2012. Nel quarto trimestre del 2012 l’azienda ha registrato utili, grazie ad un pesante piano di tagli annunciato a giugno del 2012 che riguarda 10mila dipendenti a livello globale, ma per la prima volta nella sua storia non ha pagato un dividendo e non ha aumentato la sua posizione finanziaria.

Il documento della Sec che dà i dettagli sul compenso di Elop, enumera anche una serie di fattori di rischio per la società, legati in particolare all’adozione del sistema operativo di Windows nei nuovi smartphone di Nokia.

Nokia ha fatto sapere giovedì scorso che quest’anno incasserà più soldi di quanti non ne debba pagare a Microsoft nel quadro della partnership sul Windows Phone, anche se dal 2014 sarà costretta a pagare delle royalties a Redmond in cambio dell’utilizzo del software. Nessuno sa quanto tempo durerà la partnership, i cui dettagli non sono stati pubblicati.

Nel dettaglio, dal 2014 Nokia pagherà 500 milioni di dollari in più di quanti ne  riceve da Microsoft, nel quadro del patto siglato per la realizzazione dei nuovi smartphone Lumia.   

 


 

©RIPRODUZIONE RISERVATA 08 Marzo 2013

TAG: nokia, microsoft, stephen elop, windows phone, lumia, sec, apple, samsung

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store