La Fcc a Google: "Come funziona Google Voice?"

SERVIZI

L'Autorità Usa ha inviato una missiva a Mountain View per verificare che le caratteristiche del servizio non violino le nuove regole sulla Net Neutrality

di Federica Meta
Chiarimenti sul servizio Google Voice. È quanto chiesto dalla Federal Communications Commission (Fcc) che ha inviato una lettera alla casa di Mountain View nell’ambito di una indagine conoscitiva avviata dall’Autorità Usa per verificare che le caratteristiche del Voice non violino la Net Neutrality.
 
Le informazioni richieste nella missiva sono molto precise La Fcc vuole conoscere nel dettaglio ogni singola funzione di Google Voice, con particolare attenzione al cosiddetto accesso su invito. Inoltre si vuole sapere perché il servizio non sarà disponibile per tutti i numeri ma solo per alcuni e, in questo senso, quali sono i criteri di selezione; infine se Google Voice rimarrà gratuito per sempre.
Ultima ma non meno importante richiesta riguarda il ruolo di Google nel mercato dei servizi di comunicazione. “Google competerà con i cosiddetti servizi di telecomunicazione? Google è un distributore di servizi di telecomunicazione?”, chiede l’Autorità. Su questo punto in particolare si vuole una risposta “argomentata”.

Le domande rivolte a Mountain View riflettono le nuove regole sulla Net Neutrality che la Fcc ha battezzato lo scorso 28 settembre secondo le quali nessun operatore o provider potrà bloccare o preferire applicazioni o servizi ad altri.

Per rispondere Google ha tempo fino al prossimo 28 ottobre.

12 Ottobre 2009