Ericsson, in Svezia parte il piano tagli

RISTRUTTURAZIONE

La riduzione del personale, per 1.399 unità, peserà per circa 179 milioni di euro sui conti del primo trimestre. Coinvolte tutte le aree di business e in particolare la divisione Networks

di P.A.

Ericsson ha confermato il taglio di 1.399 dipendenti in Svezia, nel quadro di un piano di ristrutturazione annunciato lo scorso 7 novembre. Il piano peserà per 1,5 miliardi di corone (circa 179 milioni di euro) sui conti del primo trimestre dell’anno. La ristrutturazione riguarda tutte le aree di business, ma come preannunciato riguarda in particolare la divisione Networks.

I tagli, come annunciato lo scorsao 7 novembre dall'ad Hans Vestberg (nella foto), riguardano diverse sedi nel paese e coprono tutte le aree di business: vendite, amministrazione, ricerca e sviluppo, servizi. In termini assoluti, la maggior parte dei tagli riguarda la divisione Networks. A fine settembre Ericsson contava 17,768 dipendenti in Svezia.

Il nuovo piano di tagli riguarda mille persone su 10.800 a Stoccolma. Altri esuberi sono previsti a Boras (40), Goteborg, Lindholmen e Molndal (circa 200 persone), Karlskrona (50), Kumla (106), Linkoping (120), Lulea (10), Lund (15) e Malmo (13). Il nuovo pacchetto di risparmi non toccherà invece le sedi di Falun, Hudiksvall, Kalmar e Katrineholm.

©RIPRODUZIONE RISERVATA 27 Marzo 2013

TAG: ericcson, hans vestberg, st-ericsson, networks, software, servizi

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store