In Spagna banda larga come servizio universale

POLITICHE

Via alla consultazione in vista dell'assegnazione del servizio a un operatore di Tlc partire dal gennaio 2010

di Patrizia Licata
Il ministero dell’Industria spagnolo ha avviato una consultazione pubblica per verificare la possibilità di per fornire a tutti i cittadini l’accesso a Internet broadband in qualità di servizio universale.
La  consultazione riguarda anche aspetti connessi col processo di designazione dell’operatore che fornirà il servizio a partire dal 1 gennaio 2010. Il servizio universale in Spagna attualmente copre la telefonia, i servizi di supporto alle chiamate come le guide telefoniche e la richiesta del numero di abbonati, la telefonia pubblica tramite le cabine, l’accesso a Internet narrowband. Altri aspetti che la consultazione dovrà considerare sono: la velocità minima di accesso che dovrà essere fornita a tutti i cittadini, indipendentemente dall’area geografica di residenza, l’uso delle tecnologie mobili per accedere a Internet, i modelli di prezzo per il servizio broadband universale e i tempi di implementazione del servizio. Le parti interessate possono presentare i propri commenti e raccomandazioni fino al 26 ottobre.

14 Ottobre 2009