Interoute, nuovo cavo sottomarino fra Tunisia e Europa

BANDA LARGA

Accordo di partnership con Tunisiana e Orange Tunisia per la messa in servizio di "Didon". Alcatel-Lucent firma la tecnologia per l'aumento di capacità e affidabilità della connessione. Il debutto previsto nell'aprile 2014

di m.s.

Fra la Tunisia e l’Europa scorrerà un nuovo cavo sottomarino in fibra ottica. E’ il frutto dell’accordo di partnership, annunciato oggi, tra Tunisiana, operatore telefonico privato, e Orange Tunisia, con Interoute, l'operatore proprietario della più grande rete di nuova generazione in Europa. Il nuovo cavo che sarà messo in servizio, chiamato Didon, collegherà la città di Kelibia, in Tunisia, alla rete pan-europea in fibra ottica di Interoute, attraverso la sua landing station a Mazara del Vallo in Sicilia.

Didon, primo cavo sottomarino privato della Tunisia, si estenderà per quasi 170 km e rappresenterà una vera leva per lo sviluppo sociale e la crescita economica del paese. La messa in servizio del cavo Didon è prevista per aprile 2014 e la sua capacità raggiungerà gli otto Terabit al secondo e per ciascuno dei due operatori.

La firma di questo accordo è parte del programma nazionale che mira a sostenere e rafforzare il settore Ict e ad offrire ai tunisini un ulteriore accesso alle reti internazionali a larga banda ed a prezzi ridotti.

Il nuovo collegamento utilizzerà la tecnologia sottomarina di Alcatel-Lucent e sarà in grado di gestire velocità di trasmissione dati di 100 gigabit al secondo, connettività addizionale che servirà a rispondere alla rapida crescita della domanda di servizi a banda larga fissa e mobile in Tunisia e in tutta la regione, oltre ad aumentare sensibilmente l'affidabilità del sistema. Il cavo sottomarino offrirà un servizio di altissima qualità agli abbonati dei due operatori tunisini, migliorando le capacità delle loro reti internazionali esistenti e fornendo maggiore capacità di trasmissione per supportare la continua crescita del traffico dati.

La Tunisia ha una delle più moderne infrastrutture a banda larga nel bacino del Mediterraneo con collegamenti terrestri e sottomarini ad alta velocità che forniscono una rete completamente digitalizzata, che rappresenta anche un gateway internazionale per le reti globali. Tunisiana e Orange Tunisia offrono una vasta gamma di applicazioni mobili e fisse che vanno da Internet in mobilità, a servizi di informazione e intrattenimento per oltre 9 milioni di abbonati.

Con questo investimento Tunisiana e Orange Tunisia dimostrano ancora una volta la loro disponibilità a fornire servizi in conformità con gli standard internazionali di qualità ai propri consumatori e alle imprese clienti. Tutto questo con costi controllati, permettendo loro di avere notevoli capacità per voce e dati in termini di connettività, per la condivisione di dati e informazioni con il resto del mondo.

"Interoute è orgogliosa di essere coinvolta in questo nuovo ed entusiasmante progetto - ha detto Gareth Williams, Ceo di Interoute (nella foto) - che mira a rafforzare il settore Ict in Tunisia. Fornire connettività ultra-veloce ad alta capacità alle imprese europee e agli utenti di Internet in generale stimolerà certamente nuove opportunità per il commercio e l'innovazione che sosterranno l’ulteriore l’espansione di questo settore dinamico”.

"Il cavo Didon offrirà una maggiore capacità e un servizio migliore per i 7 milioni di consumatori e le imprese che si basano su Tunisiana - ha detto Ken Campbell, Ceo di Tunisiana -. Questo investimento è anche una testimonianza della nostra fiducia nel potenziale di crescita della Tunisia in un hub per tutta la regione.

"Il cavo Didon - ha detto Didier Charvet, Ceo di Orange Tunisie - consentirà ai cittadini tunisini di beneficiare di una maggiore capacità e di una connettività di rete maggiormente protetta. Questo investimento è anche una prova del fatto che Orange Tunisie crede nello sviluppo del settore Ict e dell’e-services in Tunisia”.

Philippe Dumont, Presidente Submarine Networks di Alcatel-Lucent, ha detto che "una buona infrastruttura di comunicazione a banda larga può stimolare la crescita economica, aprendo nuove opportunità e aumentando l'affidabilità per le applicazioni di e-government e di e-commerce. L'implementazione di questa nuova rete darà un ulteriore impulso alla capacità e alla protezione del traffico in questo Hub del Mediterraneo”.



 

©RIPRODUZIONE RISERVATA 16 Maggio 2013

TAG: interoute, tunisiana, orange tunisie, alcatel-lucent, didon, gareth williams, philippe dumont, didier charvet, ken campbell

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store