Htc, si dimette anche il direttore operativo

LA CRISI

Prosegue la fuga dei manager dall'azienda taiwanese: getta la spugna Matthew Costello chief operating officer, sostituito dal president engineering and operations Fred Liu

di P.A.

Prosegue la fuga di manager dalla taiwanese Htc, in crisi da tempo. Matthew Costello, Chief operating officer di Htc, ha rassegnato le dimissioni. La decisione di rimettere l’incarico arriva in seguito ad un pesante calo degli utili da parte del produttore taiwanese e al ritardo nel lancio di nuovi prodotti. Lo rende noto Bloomberg, aggiungendo che le responsabilità di Costello sono state assunte da Fred Liu (nella foto), già president engineering and operations.

Liu ha comunicato il passaggio di mano ai dipendenti via e-mail, precisando che fra le sue responsabilità ci sono il controllo delle operations, della qualità, delle vendite e dei servizi. Htc ha confermato il passo indietro di Costello, aggiungendo che il manager rimarrà all’interno del gruppo in qualità di consigliere esecutivo.

Htc ha deciso inoltre di mettere in piedi una nuova divisione per garantire la qualità, che sarà guidata da Georges Boulloy, con un team responsabile di gestire le questioni relative al ciclo di vita dei prodotti.

Prosegue con le dimissioni di Costello la fuga di manager dell'azienda taiwanese. A fine maggio era stato il Chief product officer di Htc Kouji Kodera a dimettersi in scia a diversi altri manager del produttore taiwanese che nelle ultime settimane ha registrato la dipartita del Product strategy manager Eric Lin, passato in Skype, e del responsabile delle comunicazioni Jason Gordon. Altre dimissioni eccellenti di queste settimane sono state quelle del global retail marketing manager Rebecca Rowland, del director of digital marketing John Starkweather.
 
Kodera, ex responsabile prodotti di Sony Ericsson, era entrato in Htc nel 2010.
 
"Kouji Kodera ha lasciato Htc per perseguire altri interessi – ha reso noto Htc in una nota – Apprezziamo il suo contributo e gli auguriamo il migliore successo per il suo futuro. Il suo posto sarà preso da Scott Croyle".
 
Htc sta attraversando un periodo di grande crisi di vendite e punta sul successo dell’Htc One per invertire la rotta. Ma per ora il nuovo smartphone della casa taiwanese fatica a guadagnare quote di mercato nei confronti di Apple e Samsung, anche a causa degli scarsi budget pubblicitari.
 
Htc aveva sperato di trarre vantaggio dal lancio di Facebook Home, la super app del social network che tuttavia non ha registrato una performance degna di nota, nonostante il netto taglio di prezzo degli smartphone.
 

Htc ha chiuso il primo trimestre con forti perdite. Si tratta del sesto trimestre consecutivo in perdita, I numeri parlano chiaro: nei primi tre mesi del 2013, a fronte di stime intorno ai 600 milioni di dollari taiwanesi, la società ha fatto registrare un profitto netto di 85 milioni di dollari taiwanesi, appena 2,85 milioni di dollari Usa, in picchiata rispetto al Q1 2012 del 98%. Questi numeri rappresentano un record negativo per l’azienda. I ricavi del primo trimestre sono in calo del 37% rispetto al Q1 2012, a quota 42,8 milioni di dollari taiwanesi.

©RIPRODUZIONE RISERVATA 05 Giugno 2013

TAG: htc, matthew scott, fred liu, georges boulloy, Kouji Kodera, Eric Lin, skype, Jason Gordon, Rebecca Rowland, John Starkweather, Scott Croyle, samsung, apple, facebook home

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store