Italtel si espande nel cloud

STRATEGIE

Ascione: "Ci stiamo spostando gradualmente verso l’area IT". Più ampia l’offerta anche grazie alla rete di partner

di Luciana Maci

"Italtel punta sempre più a completare la propria offerta in ambito cloud spostandosi gradualmente verso l’area IT". Lo spiega Camillo Ascione, Product Marketing & Offering della PU Network & System Integration dell’azienda italiana attiva nel settore delle telecomunicazioni.
Qual è in dettaglio il vostro percorso?
Agli elementi di offerta di tipo infrastrutturale tradizionalmente nel nostro portafoglio e dedicati a realizzare soluzioni di cloud o data center- che comprendono storage, apparati di rete, virtualizzazione attraverso componenti software - stiamo aggiungendo componenti dell’area IT: in particolare dei Big data con un focus sulla parte Analytics.
Come vi state muovendo per raggiungere l’obiettivo?
Abbiamo avviato alcuni tavoli di confronto con vendor come Sap e Sas per trarre vantaggio dalle rispettive competenze e mettere a punto soluzioni che indirizzano mercati specifici e verticali. Per Sap parliamo della piattaforma Sap Hana con l’obiettivo di definire soluzioni indirizzate alle Large Enterprise e alla PA. Per Sas la piattaforma di riferimento è Velocity e le soluzioni che vorremmo sviluppare indirizzeranno il mercato dei service provider e includeranno anche componenti proprietarie realizzate dalla R&S Italtel.
Da dove è partito il vostro cammino in direzione del cloud?
Il percorso è iniziato intorno al 2011. Lo scorso anno siamo stati il primo Gold Partner Cisco in Italia a conseguire tutte e tre le nuove specializzazioni architetturali ossia Advanced Borderless Architecture, Advanced Collaboration Architecture e Advanced Data Center Architecture. E sempre l’anno scorso siamo stati certificati Cisco Cloud Builder: un risultato che riconosce il valore sul mercato del partner e la capacità di sviluppare il business per le infrastrutture dei data center su tecnologia Cisco e dei suoi ecosystem partner quali NetApp, WMware, Emc. Nei giorni scorsi abbiamo inoltre ottenuto un ulteriore riconoscimento del nostro ruolo per lo sviluppo del business cloud: Cisco ci ha assegnato il premio Cloud Builder Partner of The Year nella regione South Emea durante il Partner Summit mondiale andato in scena a Boston. Questi premi riconoscono partner che si sono dimostrati top-performing all’interno di specifici mercati tecnologici in diverse regioni geografiche. I partner che concorrono sono selezionati da esponenti dell’organizzazione Worldwide Partner di Cisco e da regional executives.
Soddisfatti del risultato?
Certamente, perché questo è un passo avanti per migliorare la nostra proposizione in qualità di abilitatore di servizi per i Cloud Provider con soluzioni come IaaS, PaaS e Application as a Service come Cisco Hcs. Siamo molto determinati a sviluppare la nostra presenza e la nostra capacità di offerta come partner di Cisco nell’ambito del Cloud. Infatti è già prevista una fase successiva: a fine luglio sosterremo l’audit per accedere all’ultima e più elevata certificazione di Master Cloud Builder.
Qual è il valore di riconoscimenti e certificazioni da parte di Cisco?
I premi esprimono il livello di valorizzazione e riconoscimento che il partner raggiunge nell’ecosistema Cisco. Le certificazioni rappresentano i requisiti che i vendor chiedono ai loro partner per poter essere efficaci sul mercato e riconosciuti come affidabili e concreti dai clienti finali. Un cliente che lavorerà con Italtel sa che questa azienda ha certificato un certo numero di risorse e competenze, formato il personale attraverso corsi, investito in tecnologie e così via.  
Quali altri elementi vi differenziano dai competitor operativi sul mercato?
Alcuni vendor lavorano solo sull’infrastruttura, altri solo sull’IT, pochi come Italtel coprono entrambi gli aspetti. La nostra specializzazione negli aspetti di rete e dunque anche di data architecture e di data center si somma a una solida conoscenza tecnologica nel software derivata dalla nostra ricerca & sviluppo. Oggi pochissimi soggetti possono dire di possedere entrambe queste anime e credo che questo fattore distintivo rappresenti un valore per i nostri clienti.

©RIPRODUZIONE RISERVATA 03 Luglio 2013

TAG: italtel, camillo ascione

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store