L'iPhone 5S in ritardo sulla roadmap

RUMORS

Il debutto sul mercato del nuovo smartphone, in programma a metà settembre, rischia di slittare al quarto trimestre a causa di problemi di produzione di alcuni fornitori taiwanesi di chip

di Paolo Anastasio

Il lancio di massa della nuova versione dell’iPhone, il 5S, in programma per metà settembre, rischia di subire ritardi sulla tabella di marcia e di slittare al quarto trimestre dell'anno. Il motivo del ritardo è dovuto ai problemi dei fornitori di Apple, in difficoltà nell’approvigionamento di due componenti fondamentali per la fabbricazione del nuovo device: va a rilento la costituzione di scorte relative ai chip per il riconoscimento delle impronte digitali e dei driver dello schermo Lcd.

Lo rende noto il quotidiano taiwanese DigiTimes, secondo cui la produzione di massa di questi componenti doveva partire all’inzio del mese, ma è stata rimandata e non entrerà a regime prima della fine di luglio. Apple ha affidato la produzione di dei chip di riconoscimento delle impronte digitali alla Taiwan Semiconductor Manufacturing Company (Tsmc) e il packaging dei chip alla connazionale Xintec. C’è da dire che il design dei semiconduttori è stato invece realizzato in house da Apple, dopo l’acquisizione l’anno scorso di AhthenTec.

Secondo il quotidiano taiwanese, circa 3 milioni di nuovi iPhone 5S saranno consegnati nel quartro trimestre e non nel terzo, come da programma. Il design del nuovo smartphone della Apple non sarà diverso dalla versione oggi in commercio, ma avrà a bordo un sistema hardware potenziato.

Nei giorni scorsi, la società di analisi Jeffreys ha reso noto che Apple ha tagliato gli ordinativi per la produzione di iPhone e che per il periodo luglio-settembre realizzerà al massimo 30 milioni di smartphone, 10 milioni in meno rispetto alle stime.
 

©RIPRODUZIONE RISERVATA 16 Luglio 2013

TAG: apple, iphone 5s, Taiwan Semiconductor Manufacturing Company, Tsmc, Xintec, AhthenTec, jeffreys

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store