Fatturato a +27,37% per la cinese Zte

AZIENDE

Si è chiuso all'insegna della crescita il 2008 di Zte. L'azienda cinese leader nella fornitura di apparati di telecomunicazioni e soluzioni di rete, ha registrato un fatturato di 44.293 milioni di rmb (circa 5 miliardi di euro), pari ad una crescita del 27,37% rispetto al 2007.

L’utile netto è stato di 1.660 milioni di Rmb e l’utile standard per azione (basic Eps) è stato pari a 1,24 rmb.

Secondo le regole contabili GAAP della Repubblica Popolare Cinese, il fatturato del Gruppo derivante dalle attività principali è stato di 44.293 milioni di rmb e l’utile netto di 1.660 milioni di rmb. L’utile per azione è stato di 1,24 rmb.

Il Consiglio di Amministrazione ha anche deliberato il pagamento di un dividendo per l’intero 2008: sulla base del numero totale di 1.340 milioni di azioni in circolazione in data 31 dicembre 2008, a remunerazione delle riserve di capitale, ogni pacchetto di 10 azioni verrà incrementato di 3 nuove. E per ogni pacchetto di 10 azioni, verranno distribuiti 3 rmb in contanti (lordi). Complessivamente, il nuovo capitale reso disponibile sarà pari a 403 milioni di rmb, e 403 milioni di rmb verranno distribuiti in contanti.

Nel corso dell’anno, il fatturato del Gruppo derivante dalle attività nazionali ha totalizzato 17.466 milioni di rmb, con una crescita del 18,93% rispetto all’anno precedente.

Il Gruppo ha continuato a registrare significativi aumenti a livello di quote nel mercato dei prodotti di infrastruttura, sfruttando al meglio le opportunità legate alla costruzione delle infrastrutture 3G e allo sviluppo del broadband in Cina, e ha raggiunto conseguentemente profitti significativi.

L’azienda è stata anche coinvolta attivamente nell’ ottimizzazione della rete, nel business integration e nello sviluppo di nuove opportunità di business, cogliendo le opportunità derivanti dalla trasformazione dei carrier di telecomunicazioni in fornitori integrati di servizi, grazie all’integrazione delle reti, alla centralizzazione delle operazioni e a maggiore competitività, frutto della differenziazione dell’offerta.

Il fatturato derivante dalle attività internazionali è cresciuto fino a 26.827 milioni di rmb, il 35,53% in più rispetto all’anno scorso, e rappresenta il 60,6% del fatturato totale del Gruppo, il 2,83% in più rispetto all’anno passato. L’azienda ha conservato le proprie quote di mercato nei mercati in via di sviluppo e ha nettamente aumentato la percentuale di entrate provenienti dall’Europa e dall’America, in linea con l’obiettivo di rendere questi due mercati una fonte importante di fatturato.

Hou Weigui, Chairman di ZTE, ha dichiarato: “Nel 2008, ZTE ha raggiunto numerosi traguardi importanti e ha ottenuto una forte crescita in aree di prodotto quali GSM, WCDMA, FTTX e trasmissione ottica. In Cina, abbiamo partecipato a gare per progetti 3G per i tre principali carrier nazionali. Fuori dalla Cina, abbiamo fatto progressi significativi in aree geografiche strategiche e nel mercato dei carrier multinazionali, preparandoci di fatto a nuovi traguardi per il 2009.”

Hou ha poi concluso: “Nel prossimo anno, man mano che i carrier continueranno a investire in attività correlate al mondo mobile 3G, servizi completi , soluzioni VAS, integrazioni e ottimizzazione delle reti, prevediamo di vedere significative opportunità di crescita nel mercato nazionale. Sul mercato internazionale, l’impatto della crisi finanziaria continuerà a farsi sentire e la nostra priorità sarà quella di ottenere traguardi importanti in quei paesi e una significativa crescita del business nei mercati in via di sviluppo.”

Nelle gare bandite dai tre principali operatori di telecomunicazioni cinesi, ZTE ha conquistato circa il 30% del mercato locale complessivo, posizionandosi così come chiaro leader sul mercato cinese 3G.

20 Marzo 2009