Telefonica presenta piano a Telco, ma spunta ipotesi Vodafone

TELECOM ITALIA

Sawiris potrebbe uscire di scena. Il colosso britannico pronto per nuovi investimenti: rilevare il controllo di TI una delle opzioni. Nel mirino anche Fastweb. Bertoluzzo: "Valutiamo opportunità". Il ministro Saccomani chiarisce: "Non mi sto occupando del dossier". E Almunia puntualizza: "Fusione con gli spagnoli non è stata esaminata". Caio: "Consolidamento su mercato italiano può creare valore"

di Mila Fiordalisi

Vodafone interessata a rilevare Fastweb? E persino al controllo di Telecom Italia? Tutto è possibile, considerate le recenti manovre dell'operatore britannico (ha ceduto Verizon Wireless per 130 miliardi di dollari) e l'interesse manifestato da tempo per le reti fisse (si veda operazione Kabel Deutschland). L'ipotesi di un deal su Telecom Italia è un'indiscrezione di Affari e Finanza (Repubblica) e per quanto riguarda Fastweb “abbiamo certamente grande stima dell'azienda e valuteremo le opportunità che si presenteranno, le compatibilità con la nostra strategia e le condizioni di prezzo", sottolinea Paolo Bertoluzzo, Ceo di Vodafone Italia e Sud Europa.

"Non commentiamo operazioni specifiche – puntualizza Bertoluzzo – ma è evidente che la rete fissa è diventata 'core' nella nostra strategia, tant’è vero che in 5 anni per la rete fissa abbiamo investito in Italia 2,5 miliardi di euroáe che abbiamo servizi in fibra a Milano con Metroweb e offriamo servizi in fibra in altre 27 città italiane al pari di Telecom Italia”.

Intanto non si fermano le speculazioni in merito al destino di Telecom Italia in vista del cda del 19 settembre. “Ci sarà un ampio dibattito e in quella sede si prenderanno decisioni coerenti”, ha detto l'Ad di Telecom Italia, Marco Patuano a margine del workshop Ambrosetti a Cernobbio aggiungendo che in occasione del cda l’azienda  “arriverà con un progetto industriale che non presenterà molte opzioni”.

Intanto Telefonica sta trattando per Telecom. Secondo fonti finanziarie nei giorni scorsi il gruppo spagnolo avrebbe presentato una proposta che i soci Telco tuttavia ritengono debba essere migliorata.

La Commissione Ue da parte sua puntualizza che “non sono stati esaminati al momento i risvolti per la concorrenza di un'eventuale fusione tra Telecom Italia e Telefonica”, sono parole del commissario per la Concorrenza Joaquin Almunia. Il governo italiano prova a smentire le voci che lo vedrebbero coinvolto nell’esame dell’eventuale fusione fra Telecom e Telefonica: “E’ un dossier di cui non mi occupo” ha puntualizzato il ministro dell’Economia Fabrizio Saccomanni. Ma il magnate egiziano Naguib Sawiris ha annunciato tramite una nota che non pensa di "sottoporre alcuna proposta alla luce della presunta preferenza accordata (proprio dal Governo italiano, ndr) a Telefonica secondo la stampa italiana”.  Sawiris però non nasconde di essere ancora potenzialmente interessato all’azienda.

Da parte sua il consulente del governo per le Tlc, Francesco Caio sottolinea che "il consolidamento continuerà in Europa, è quindi probabile che molti operatori attivi in Italia come Telecom, Wind, H3g e Vodafone continuino nel processo e facciano parte di questo processo. Non c'e' dubbio che, nella fase in cui ci troviamo, mettere insieme le infrastrutture può generare valore".

©RIPRODUZIONE RISERVATA 09 Settembre 2013

TAG: telecom italia, telefonica, joaquim almunia, fabrizio saccomanni, naguib sawiris

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store