Wind, ricavi in crescita del 4,7%. L'utile sale a 281 mln

PERFORMANCE

La performance trainata dalla crescita della telefonia mobile, con ricavi pari a 2.719 milioni di euro (+2,1%) e della telefonia fissa ed Internet con ricavi in crescita del 11,2% a 1.318 milioni

Ricavi in crescita per Wind. Nei primi nove mesi del 2009 l'operatore ha registrato ricavi pari a 4.230 milioni di euro, in crescita del 4,7% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. La buona performance è stata trainata dall'ulteriore crescita ottenuta sia nella telefonia mobile, con ricavi da servizi pari a 2.719 milioni di euro in crescita del 2,1%, sia nella telefonia fissa ed Internet, che presenta ricavi da servizi in crescita del 11,2% a 1.318 milioni di euro, risultato che include l'impatto derivante dall'acquisizione di M-link. Il risultato ottenuto nella telefonia mobile assume maggiore valore alla luce dell'ulteriore taglio nelle tariffe di terminazione avvenuto nel mese di luglio 2009.

L'Ebitda nei primi nove mesi del 2009 si attesta a 1.538 milioni di euro, in crescita del 2,0% rispetto al corrispondente periodo del precedente anno, nonostante la minore incidenza di transazioni non ricorrenti rispetto al 2008. Questa performance, ottenuta grazie a un incremento dei ricavi combinato con un'efficace politica di controllo dei costi, ha tuttavia risentito negativamente dell'incremento delle tariffe ULL e WLR a partire da, rispettivamente, gennaio e febbraio 2009. Il margine EBITDA per i primi nove mesi del 2009 si attesta a 36,3%.

Il risultato operativo (EBIT) nei nove mesi al 30 settembre 2009 presenta una crescita del 11,2% rispetto allo stesso periodo dell'anno passato attestandosi a 816 milioni di euro. Il profitto ante imposte è in crescita del 27,1% nei primi nove mesi del 2009, e raggiunge i 485 milioni di euro.
L'utile netto di gruppo dei primi nove mesi del 2009 raggiunge i 281 milioni di euro, in crescita del 2,2% rispetto all'utile di 275 milioni di euro registrato nello stesso periodo dell'anno precedente, a causa della maggiore incidenza delle imposte nell'anno in corso rispetto al 2008.

Al 30 settembre 2009 Wind presenta un indebitamento finanziario netto complessivo pari a 8.508 milioni di euro. La continua forte generazione di cassa consente a Wind di annunciare il pagamento anticipato della quota di debito in scadenza a giugno 2011 per un ammontare totale pari a 336 milioni di euro.
Il trend di crescita ha subito un'ulteriore accelerazione nel terzo trimestre dell'anno, con ricavi totali pari a 1.412 milioni di euro ed un EBITDA che supera i 540 milioni di euro, con una marginalità del 38,3%. Il risultato operativo nel terzo trimestre ha raggiunto 329 milioni di euro, in crescita del 19,6%. L'utile netto di periodo è pari a 111 milioni di euro.

03 Novembre 2009