Nuovo patto Telco: per due consiglieri "italiani" sceltai all'unanimità

TELECOM ITALIA

Dei sei consiglieri che spettano ai soci italiani due verranno designati da Generali, uno ciascuno da Intesa Sanpaolo e Mediobanca mentre i restanti due, tra cui il presidente, verranno designati unanimemente

Grandi manovre in Telco. Con l'uscita della famiglia Benetton dal nuovo patto Telco, cambieranno gli equilibri all'interno del consiglio di amministrazione della scatola che attualmente controlla il 24,5% di Telecom Italia, quota che scenderà al 22,45%.
Dei sei consiglieri che spettano ai soci italiani (Generali, Intesa Sanpaolo e Mediobanca), "due amministratori verranno designati da Assicurazioni generali, un amministratore ciascuno verrà designato da Intesa Sanpaolo e Mediobanca, i restanti due amministratori, tra cui il presidente, verranno designati unanimemente", si legge nel testo del patto parasociale, siglato la scorsa settimana e pubblicato oggi da alcuni quotidiani.
Il consiglio di amministrazione di Telco resta composto di dieci persone: le restanti quattro poltrone continueranno a essere occupate da membri designati dagli spagnoli di Telefonica, incluso il vicepresidente. Con l'uscita di Sintonia, che non sarà più vincolata al Patto a partire dal 28 aprile 2010 (data di scadenza naturale del patto) "ovvero, se antecedente - si legge nel testo del Patto - dalla data in cui sarà completata la scissione di Telco ovvero una procedura alternativa":

Le azioni sindacate dalle parti saranno 1,776 miliardi. Eventuali "procedure alternative" per il disimpegno dei Benetton "saranno implementate solo qualora siano condivise da tutte le parti firmatarie". Attualmente Telefonica possiede una quota pari al 42,3% di Telco, che salira' al 46,1% con l'uscita di Sintonia; Generali ha il 28%, mentre Intesa Sanpaolo e Mediobanca detengono il 10,645% ciascuna. Il rappresentante di Sintonia nel cda di Telco in carica e' Gustave Stoffel.

Oggi presidente del cda di Telco è Aldo Minucci, vicedirettore generale di Generali. Gli altri nove consiglieri sono: Maurizio Verbich (in rappresentanza di Generali), Filippo Maria Bruno (Intesa Sanpaolo), Clemente Rebecchini (Mediobanca), Gustave Stoffel (Sintonia), Angel Vilà Boix (Telefonica), Ramiro Sanchez de Lerin García-Ovies(Telefonica), Miguel Escrig Melia (Telefonica), Sohail Qadri(Telefonica) ed Enrico Giliberti (indipendente).

06 Novembre 2009