Debutta con Poste il money transfer via cellulare

VIA AL SERVIZIO

Il business in Italia vale 6 miliardi di euro. L'Ad Sarmi: "Il nuovo servizio risponde alle esigenze dei cittadini stranieri"

di Mila Fiordalisi
Poste Italiane e MoneyGram lanciano in Italia il primo servizio che permette di trasferire denaro via cellulare e via Internet.

Il servizio farà leva sulla tecnologia dell’operatore mobile del Gruppo PosteMobile, e gli strumenti di pagamento BancoPosta. Sia per le transazioni dal cellulare sia da Internet, l'importo sarà disponibile in uno qualsiasi dei 186 mila punti vendita MoneyGram del mondo in appena 10 minuti dall’avvio dell’operazione.

Elevata la potenzialità di mercato: secondo dati forniti dalla stessa Poste, il mercato del money transfer in Italia vale circa 6 miliardi di euro. L’azienda ricorda inoltre che il 93% degli immigrati presenti in Italia si avvale delle nuove tecnologie e possiede un telefono cellulare. Il potenziale è dunque enorme tenendo conto che sono oltre 4 milioni i cittadini stranieri in Italia di cui circa 2 milioni sono clienti di Poste Italiane.

Tra i potenziali utilizzatori anche i 5,5 milioni di correntisti BancoPosta, i 5,7 milioni di titolari di carta Postepay e i circa 1,3 milioni di possessori di Sim PosteMobile.

"Con l'introduzione del money transfer via cellulare e via web - spiega l'Ad , Massimo Sarmi - Poste Italiane e MoneyGram offrono un servizio di nuova generazione che risponde in maniera più dinamica, comoda e sicura alle esigenze dei cittadini stranieri. Grazie alle nostre esclusive piattaforme tecnologiche, l'operazione potrà essere eseguita ora in qualunque momento e in qualsiasi luogo, ampliando al tempo stesso la diffusione delle transazioni con moneta elettronica anziché con denaro contante, in sintonia con le strategie internazionali di war on cash".

23 Novembre 2009