Il business Gsm di Nortel nel mirino di Ericsson

ACQUISIZIONI

La multinazionale svedese è stata selezionata per l’acquisizione di alcuni asset della divisione Carrier Networks dell'azienda canadese ad un prezzo di 70 milioni di dollari

di Federica Meta
Ericsson è stata selezionata per l’acquisizione di alcuni asset della divisione Carrier Networks di Nortel collegati al business Gsm dell’azienda negli Stati Uniti e in Canada. L’acquisizione è stata strutturata come vendita di asset ad un prezzo di 70 milioni di dollari US in contanti e al netto dei debiti, soggetto ad aggiustamenti. Questo annuncio fa seguito al completamento del processo d’asta avviato da Nortel. L’operazione è sottoposta all’approvazione delle autorità competenti negli Stati Uniti e in Canada.
 
L’acquisizione degli asset GSM di Nortel, insieme a quella del business Cdma(Code Division Multiple Access) e degli asset Lte (Long Term Evolution) della società e all’accordo con Sprint sui servizi di rete, conferma l’impegno di Ericsson verso il mercato nord-americano e rafforza il posizionamento del Gruppo quale fornitore leader di tecnologie e servizi di telecomunicazioni in Nord America e in Canada.
 
Secondo i termini dell’accordo una parte importante del business GSM con operatori del Nord America, tra cui AT&T e T-Mobile, verrà trasferito a Ericsson, che assumerà circa 350 dipendenti provenienti da Nortel. I maggiori operatori wireless nord-americani trarranno vantaggio dal rafforzamento di Ericsson, che integrerà risorse e know how in un’organizzazione finanziariamente solida e di consolidata esperienza.
 
Si prevede che la transizione del business GSM di Nortel in Nord America, che nel 2008 ha generato un valore di circa 400 milioni di dollari, avrà un effetto positivo sui risultati finanziari di Ericsson entro un anno dalla sua finalizzazione.

25 Novembre 2009