Servizi Ict: invertito il trend negativo, si torna a crescere

OVUM

Dopo sei trimestri in calo, il comparto può tornare a sorridere. Ovum: "Il peggio è passato". Anche se la perdita anno su anno è ancora del 5%"

di Patrizia Licata
Il giro d’affari dei servizi Ict torna a crescere nel terzo trimestre 2009 (rispetto al secondo) e vale 59,8 miliardi di dollari, un dato positivo dopo sei trimestri di fila in declino, secondo i rilevamenti della società di ricerche Ovum. “Le entrate sono ancora in diminuzione di quasi il 5% anno-su-anno, ma le perdite sono molto più contenute che nel primo e nel secondo trimestre”, nota il vice president di Ovum, John Lively. “Il trend nostra un chiaro miglioramento e sembra suggerire che l’impatto maggiore della recessione è stato assorbito”.

Nel dettaglio, Ovum registra un giro d’affari per il software e i servizi It pari a 28,3 miliardi di dollari, con una crescita del 3,6% rispetto al secondo trimestre 2009 e ancora in discesa del 4,9% rispetto al terzo trimestre 2008. In questo settore, i leader di mercato sono Fujitsu, Hp e Ibm.

Il Business Process Consulting vale 18,6 miliardi di dollari (+2,4% sequenzialmente, -6,6% sul 3Q 2008). Guidano il segmento per market share Ibm, Accenture e Csc.

Meno positivo il dato sui servizi di Telecom Infrastructure, cresciuti rispetto al secondo trimestre solo dello 0,6% (per un fatturato di 12,8 miliardi di dollari) e in calo dell’8,6% rispetto al terzo trimestre 2008. Il mercato è dominato da T-Systems, Cisco, Ericsson, Nsn e Alcatel-Lucent: ciascuna ha una quota di oltre il 10% nel terzo trimestre 2009.

11 Dicembre 2009