Bassanini (Cdp): "Per Ngn regime fiscale agevolato"

LA PROPOSTA

Il presidente della Cassa depositi e prestiti propone un regime fiscale agevolato, alla stregua di quello in vigore per l'acquisto della prima casa. "Per la partecipazione della Cdp serve un insieme di regole che consenta di finanziare anche progetti di lungo termine che sembrano meno appetibili"

di Mila Fiordalisi
Un regime fiscale agevolato. Questa una delle condizioni che Franco Bassinini, presidente della Cassa depositi e prestiti, ha messo sul "tavolo" della partecipazione al progetto di realizzazione della rete Ngn.


'Bisognerà creare condizioni favorevoli, anche di carattere fiscale", ha detto Bassanini in occasione della settima Tavola rotonda con l'Agcom organizzata da Business International. Bassanini ha richiamato il "modello" di fiscalità agevolata attualmente in vigore per l'acquisto delle prime case. "Perché non fare altrettanto con la rete Ngn?", ha proposto il presidente della Cdp. "Poniamo il problema all'Europa e all'Italia: bisogna stabilire un insieme di regole e provvedimenti che favoriscano anche gli investimenti di lungo termine che possono sembrare meno appetibili. A queste condizioni la Cassa può intervenire".

Il regime fiscale agevolato dovrebbe però fare il paio con un'altra condizione: Bassanini ha ribadito la necessità di avere "un progetto credibile che sia validato tecnicamente e un piano finanziario valido". "La nuova rete dovrà essere solo una", ha concluso Bassanini.

15 Dicembre 2009