Accordo italo-francese per le Tlc "spaziali"

PARTNERSHIP

L'Agenzia spaziale italiana e il Centro francese di studi spaziali realizzeranno un'infrastruttura per i servizi civili e militari a banda larga nell'ambito del programma Athena-Fidus

di Davide Lombardi
Questa mattina Asi, Agenzia spaziale italiana, e Cnes, Centre national d’etudes spatiales, hanno firmato l’accordo di cooperazione per lo sviluppo della componente spaziale del progetto Athena-Fidus. Questo piano di cooperazione ha lo scopo – come sottolinea una nota dell’Asi – “di soddisfare i fabbisogni crescenti di mezzi di telecomunicazioni spaziali delle amministrazioni pubbliche e delle Difese italiana e francese”.

Il sistema Athena-Fidus realizza una rete di telecomunicazioni per usi militari e civili governativi indipendente da quella terrestre e in grado di operare in ogni condizione di calamità o interruzione delle reti convenzionali, di intervento in territori all’estero con comunicazioni sicure.
 
Athena-Fidus è costituito da un satellite che sarà lanciato nel 2013 e dal suo segmento di controllo a terra. Offre una capacità di trasmissione pari a 3Gbps in banda Ka e Ehf. Cnes e Asi cofinanziano lo sviluppo del segmento spaziale assieme ai ministeri della difesa francese e italiano.

L’Asi ha anche rinnovato un altro progetto, in collaborazione con la Sioi, Società italiana per l’organizzazione internazionale, e l’Isgi, l’Istituto di studi giuridici internazionali del Cnr. Si tratta del master in Istituzioni e politiche spaziali, che partirà con la seconda edizione nel gennaio 2010, presso la sede di Sioi.

Il corso fornisce una preparazione nel campo delle istituzioni e delle politiche spaziali. Una parte significativa sarà dedicata alla politica spaziale europea, con particolare riferimento ai programmi europei di navigazione satellitare Galileo e di osservazione della terra Gmes.

16 Dicembre 2009