Cpe con gli occhi a mandorla. Motorola vende ai taiwanesi di Cbn

CESSIONI

Il colosso delle Tlc continuerà a sviluppare i Cpe EuroDocsis, ma la licenza della tecnologia passa a Cbn, che potrà così personalizzare i prodotti per il mercato europeo

di Patrizia Licata
Motorola vende le attività connesse con i Cpe EuroDocsis in Europa, Medio Oriente e Africa alla taiwanese Compal Broadband Networks (Cbn). La notizia è stata confermata da fonti ufficiali dell’azienda, anche se non sono stati rivelati i termini finanziari dell’accordo. Secondo gli analisti il business Emea dei modem via cavo della Motorola vale 50-60 milioni di dollari l’anno. I Cpe (customer premise equipment) sono dispositivi elettronici per le telecomunicazioni usati come terminali per l’utente finale, come i gateway, mentre l’EuroDocsis è la versione europea dello standard Docsis per la tramissione dati via cavo.

Motorola continuerà a sviluppare i Cpe Docsis ma passerà poi alla Cbn la licenza della tecnologia. In cambio, la taiwanese personalizzerà questi prodotti per il mercato europeo. La Cbn già produce i modem voce della Motorola; in base al nuovo accordo avrà anche il compito di vendere e fornire assistenza per questi prodotti per gli operatori del cavo sui mercati Emea.

Alan Lefkof, corporate vice president e general manager della divisione Broadband home solutions di Motorola, sottolinea che la decisione di trasferire le attività Emea legate ai Cpe EuroDocsis alla Cbn non significa che l’azienda americana punti di meno sullo sviluppo di questi prodotti o si voglia ritirare dall’area Emea. Al contrario, ha spiegato Lefkof, la taiwanese potrà “ritagliare su misura” i terminali per gli ambienti EuroDocsis, che usano canali della fascia 8MHz, mentre il Docsis nordamericano usa i canali a 6MHz.

"Continueremo a introdurre nuovi prodotti”, ha assicurato Lefkof. "L’accordo con la Cbn è un cambiamento del modello di business sul mercato Emea nel senso che aumenterà il supporto ai clienti”. Nella visione della Motorola, la Cbn e l’azienda che la possiede, la Compal Electronics, sono già esperte nel campo di EuroDocsis. Se prima Motorola doveva spedire i Cpe EuroDocsis dall’Asia a uno stabilimento dell’Europa centrale dove venivano applicate le modifiche per il mercato Emea, ora, grazie al nuovo ruolo della Cbn, questo passaggio intermedio verrà eliminato e tutte le “personalizzazioni” per l’Emea saranno fatte in Asia, per spedire quindi i prodotti direttamente all’utente finale.  
 
 

14 Gennaio 2010