Pressing delle telco sull'Ue: più impegno per broadband e Web

MADRID

Una delegazione dell'industria europea dell'Ict oggi nella capitale spagnola per illustrare alla Presidenza spagnola dell'Ue un documento strategico per l'economia digitale

L'amministratore delegato di Telecom Italia Franco Bernabè è oggi a Madrid, insieme ad una delegazione dell'industria europea dell'Information and Communication Technology, per presentare alla Presidenza spagnola dell'Ue un documento strategico che traccia le priorità per l'economia digitale dell'Unione europea.

Il documento, "Industry partnership, contribution to the Spanish Presidency, Digital Europe Strategy", che vede l'adesione di tutte le associazioni europee di settore, tra le quali l'Etno (European Telecommunications Network Operators' Association), in rappresentanza delle aziende di telecomunicazioni fisse e mobili, manifatturiere, produttori di software, internet service provider e fornitori di contenuti, intende fornire un contributo alla formulazione della futura agenda digitale che la Commissione europea sta elaborando per inquadrare gli obiettivi e le priorità politiche dell'Ue al fine di favorire lo sviluppo del mercato della banda larga e del mercato interno dei contenuti online, oggi uno dei mercati che mostra enormi potenzialità di crescita.

Si tratta di un'iniziativa fortemente voluta dalla Presidenza spagnola, che intravede nell'economia digitale un driver importante per la ripresa della produttività dell'economia europea e che intende presentare al prossimo consiglio informale dei ministri Tlc dell'Ue, che si svolgerà ad aprile a Granada, le aree prioritarie per la crescita di questo settore.‬‪

Alla presentazione al Segretario di Stato spagnolo per le telecomunicazioni e la Società dell'Informazione, insieme a Franco Bernabè, sono presenti Cesar Alierta, Presidente di Telefonica, Vittorio Colao, Ad di Vodafone, Ben Wervaayen, Ad di Alcaltel-Lucent, Olli Pekka, Ad di Nokia-Siemens, Fabio Colasanti, Direttore Generale ai Media e Società dell'Informazione della Commissione europea e numerosi altri rappresentanti dell'industria europea dell'Ict.

Dopo la presentazione al governo spagnolo, gli amministratori delegati saranno ricevuti in un'udienza ristretta dal Re di Spagna Juan Carlos I. Le aree strategiche per garantire un solido sviluppo del settore identificate nel documento sono: l'evoluzione su larga scala della connettività a larga banda su piattaforme fisse e mobili, la promozione di nuovi modelli di business per la distribuzione e fruizione dei contenuti on line, fra cui un sistema di licenze cross-border, un'elevata protezione della privacy dei consumatori, sistemi di stimolo allo sviluppo di servizi on line di e-government, e-learning e e-health, l'adozione di tecnologie Ict al fine di ridurre le emissioni e garantire una maggiore sostenibilità ambientale delle imprese e, infine, la ripresa dei negoziati Wto nel settore dei servizi al fine di eliminare le barriere ancora esistenti in ambito internazionale per l'accesso ai mercati extra Ue.‬

18 Gennaio 2010