Il Googlephonino fa flop. E Big G già abbassa i prezzi

DEVICE

Nella prima settimana il Nexus One si ferma a quota 20mila pezzi venduti negli Usa. E già arrivano gli "sconti" di 100 dollari

di Davide Lombardi
Dopo la partenza in salita del Nexus One, il Googlephonino lanciato lo scorso 5 gennaio, Mountain View e T-Mobile, il provider a cui è legata la distribuzione del device negli Usa, decidono di venire incontro ai consumatori abbassando il prezzo di 100 dollari.

I risultati della prima settimana di vendita negli States e in Gran Bretagna, secondo quanto riportato da Flurry, società specializzata in ricerche e indagini di mercato, sono molto deludenti. Solo 20.000 i dispositivi venduti, cifra che impallidisce rispetto ai 250.000 Motorola Milestones e al milione e 600.000 dell'iPhone di Apple. I dati non sono confermati ufficialmente, ma appaiono credibili, soprattutto alla luce di questo abbassamento dei prezzi.

Le cause di quest’avvio deludente sono molteplici. Certamente la strategia di vendita della Big G, che già aveva destato perplessità in alcuni analisti, con un solo store, tralaltro online; poi la campagna pubblicitaria, praticamente inesistente e tutta affidata a un tam tam mediatico; infine non va sottovalutata la pubblicità negativa procurata dai primi acquirenti, che hanno segnalato disguidi come l’assenza di un call center per l’assistenza tecnica, una fotocamera difettosa e la difficoltà di collegarsi alla rete 3G.

Google non può che rammaricarsi per quest’avvio deludente, motivo per cui ha deciso di correre subito ai ripari dando il via ad una nuova politica di promozione del prodotto. Di qui lo sconto di 100 dollari (da 379 a 279 dollari per il device acquistato in abbonamento con T-Mobile. Lo sconto ha anche effetto retroattivo, quindi tutti coloro che già hanno acquistato il Nexus One saranno rimborsati. Resta invariato il prezzo per la versione senza vincolo di abbonamento (579 dollari), mentre non si sa ancora se il taglio di prezzo verrà effettuato anche da Vodafone che già commercializza il Googlephonino in Gran Bretagna e presto lo farà anche in Italia.

Intanto, secondo alcuni rumors, sarebbe già pronto un secondo Googlephonino, fabbricato da Htc e con sistema operativo Android 2.1. Il suo nome potrebbe essere Nexus Two e dovrebbe essere caratterizzato da una tastiera completa, modello Blackberry, per fare breccia nel mondo business.

18 Gennaio 2010