La Fcc libera lo spettro del 4G. Entro giugno via i microfoni illegali

NEGLI USA

L’agenzia Usa prende di petto il problema delle centinaia di migliaia di microfoni wireless che operano illegalmente nella banda dei 700 MHz. Le frequenze servono per il 4G e i servizi di pubblica utilità

di Patrizia Licata
La Fcc ha adottato una disposizione che libera lo spettro necessario per gli apparecchi wireless di quarta generazione e i servizi di comunicazione di pubblica sicurezza. L’ordine della Fcc vieta di distribuire e vendere apparecchi, come i microfoni wireless, che operano nello spettro dei 700 megahertz: l’agenzia ha spiegato che questi device potrebbero interferire con gli altri servizi, spesso di pubblica utilità, che funzioneranno sulla stessa porzione dello spettro.
Per chi già possiede e usa microfoni wireless (sono molto impiegati in stadi, concerti, chiese) o altri apparecchi che sfruttano i 700 MHz, la Fcc concede fino al 12 giugno per liberare le frequenze del 4G e mette a disposizione anche una pagina dedicata sul suo sito www.fcc.gov. 

Steve Largent, presidente e Ceo della Ctia, associazione che rappresenta l’industria del wireless, approva la decisione dell’agenzia Usa. “Aiuterà ad assicurare che non ci siano interferenze pericolose o dannose nei confronti dei progetti commerciali degli operatori del wireless impegnati a portare agli utenti i servizi di quarta generazione, necessari per aumentare la disponibilità e l’adozione della banda larga mobile, oltre che per creare nuovi posti di lavoro di cui l’America ha tanto bisogno”, precisa Largent.

In passato, diversi microfoni wireless hanno operato illegalmente negli Usa usando i canali vuoti della banda dei 700 MHz, senza che la Fcc intervenisse. Uno dei maggiori produttori di questi microfoni, la Shure, ha fatto presente il problema lamentandosi delle possibili interferenze. L’azienda, tuttavia, ha cominciato a concentrarsi su nuovi prodotti che non operano sui 700 MHz solo nel 2001 e molti dei modelli precedenti usano ancora la banda del 4G. Nel 2008, il gruppo in difesa dei diritti dei consumatori Media Access Project ha presentato un esposto alla Fcc riguardo a questi microfoni wireless che usano la banda senza averne la licenza. Allora il gruppo stimava che lo spettro dei 700 MHz era indebitamente occupato da 500.000 a 1 milione di microfoni wireless illegali.

20 Gennaio 2010