Telco e operatori Wimax nell'agenda di Romani

RAPPORTO BANDA LARGA

“Mi incontrerò a breve con gli operatori, da Telecom a Vodafone, e con  tutti quelli che sono interessati alla banda larga. Poi ne parlerò con i gestori del Wimax fino ad arrivare alle grandi aziende coinvolte”. È quanto dichiarato oggi al Velino da Paolo Romani, sottosegretario alle Comunicazioni, facendo riferimento al rapporto Caio sullo stato del broadband in Italia. “Sia chiaro, il rapporto di Caio è già frutto di un confronto con tutti gli operatori del settore - ha precisato Romani -. Ora devo decidere se pubblicare questo rapporto, che è ancora riservato, nei termini in cui è stato presentato oppure se farne un estratto. E prima ancora dovrò risolvere l’annoso problema delle risorse pubbliche da reperire”. Per quanto riguarda le tre ipotesi che sarebbero contenuto nel rapporto, il sottosegretario ci ha tenuto a precisare che “sono solo il frutto di un’indiscrezione di stampa. Nessuno di noi ha mai parlato di tre ipotesi, e posso assicurare che non sono contemplate nei termini in cui è stato detto e scritto. Ma non le ho contraddette prima e non voglio farlo ora perché in questa fase ritengo necessario mantenere il dovuto riserbo”.

Le dichiarazioni di Romani fanno seguito all’incontro avuto il 26 marzo con il ministro allo Sviluppo economico, Claudio Scajola, e con lo stesso Francesco Caio, in cui i tre hanno discusso di quanto Stato, Regioni e privati dovrebbero investire per ridimensionare il digital divide e di come immaginare un piano strategico di sviluppo della rete in fibra ottica.

 

27 Marzo 2009