Marcegaglia a Barroso: iniziative concrete a difesa di Telecom Italia

CASO ARGENTINA

Anche il pressing di Confindustria sul presidente della Commissione europea. In una lettera chiede che vengano tutelati gli interessi di imprese italiane ed europee

Emma Marcegaglia, presidente della Confindustria, ha inviato nei giorni scorsi una lettera al presidente della Commissione europea Josè Barroso nella quale chiede di avviare una iniziativa nei confronti del Governo argentino per tutelare gli interessi delle imprese europee e italiane. Nella lettera, secondo fonti Ue, si fa esplicito riferimento al caso del disinvestimento in Argentina imposto dal Governo a Telecom Italia.

L’altro ieri era stata l'associazione dei big delle Tlc europee, Etno, a chiedere alla Commissione di prendere una iniziativa verso l'Argentina "per chiarire che un clima politico e regolatorio affidabile e sicuro è condizione fondamentale per tutti gli investimenti, presenti e futuri, delle imprese europee in Argentina". Etno ha parlato di "confisca della partecipazione di Telecom Italia in Telecom Argentina" perche' Telecom Italia "ha ricevuto l'ordine di disinvestire i propri asset in Argentina in un periodo di tempo brevissimo, sottostando a termini e condizioni stabiliti da parti terze". Pressing bipartisan anche degli europarlamentari che hanno chiesto di sapere come l’esecutivo Ue intenda muoversi "per favorire un contesto che tuteli il pieno rispetto dei diritti di un'impresa europea, da anni presente nel mercato argentino, e dei suoi investimenti".

29 Gennaio 2010